Fabri Fibra Vs. Vacca? No, è solo dissing

70
0

fabri.fibra1020Il termine “dissing” etimologicamente  vuol dire “non rispettare”. Praticamente invece, almeno in Italia, significa “giocare a scoprire chi sia più bravo con il rap”. In pochi lo capiscono, questo è il dissing. Un paio di anni fa, i fan avrebbero aspettato come avvoltoi un dissing tra Fabri Fibra (foto in apertura) e Vacca. Invece oggi molti di loro decidono di votarsi al buonismo che imperversa, e siccome anche questo è di moda, accusano i dissing di sporcare la cultura hip-hop.
I dissing ci sono da sempre nell’hip-hop, per questo ho deciso di scrivere queste righe: per fornire una chiave di lettura a chiunque come me ami ogni singola sfaccettatura di questa meravigliosa cultura.
Premetto che quanto segue non ha nulla a che fare con la mia preferenza per l’uno o per  l’altro, dato che apprezzo entrambi. È semplicemente un’opinione che fa riferimento solo al dissing di cui sopra.
Ci sono diverse fonti, non si sa quanto attendibili, che informano sull’origine di questa diatriba tra Fabri Fibra e Vacca. Col passare del tempo si è aperta una vera e propria questione omerica, e la domanda che tutti si pongono è: “chi avrà vinto?”. Ammesso che la sfida sia realmente conclusa, esprimo la mia personale opinione a riguardo: Fibra, rispetto a Vacca, ha chiaramente centrato il punto, ha parlato della sua carriera artistica e di quella di Vacca, trattando argomenti di cui i fan potrebbero tranquillamente verificarne l’attendibilità, difatti uno dei dissing di Fibra è intitolato Niente di personale.
vaccaL’opposto ha fatto Vacca (foto a sinistra) che, seppure in maniera piuttosto intrigante, si è soffermato esageratamente su un’ipotetica vita malsana di Fabri Fibra, trattando contenuti ove la veridicità rimarrà semplicemente una grande incognita; scivolone troppo grande, il suo. La verità, per considerarsi tale, deve poter essere verificata.
Vacca in fondo ha avuto l’impressione di avere meno appigli, artisticamente parlando, rispetto a Fibra, ecco perché ha fatto questo dissing molto personale. Devo essere onesto: Vacca K.O. ci è andato da solo quando ha cominciato a esprimere concetti omofobici che hanno poco a che vedere con una cultura anti-razzista come quella dell’hip-hop.
Non credo che Fibra abbia bisogno di dare ulteriori risposte: ha vinto sia a livello artistico che etico. Ma credo non sia finita qui: gli amanti di queste sfide non aspettano altro.

CONDIVIDI
Tyrone Nigretti
Mi chiamo Tyrone, vivo a Milano ed ho 21 anni. Ho iniziato ad ascoltare il rap perché rispecchiava la mia persona: il rap dice le cose nello stesso modo con cui amo dirle io, in modo pungente ed efficace. Le prime recensioni le ho scritte con il desiderio di spiegare il rap e di dare un'interpretazione che desse peso e importanza ad ogni parola scritta nei testi. Questa passione si è intensificata a tal punto da desiderare di poter lavorare con il rap e per il rap. Grazie al rap, dal quale sono stato in qualche modo ispirato, ho scritto il mio primo libro: Fattore H, edito da Rizzoli.