Pino Daniele, record postumo: 15 album in classifica

27
0

Oggi sono stati resi noti i dati di vendita dei dischi relativi alla seconda settimana dell’anno, quella che va dal 5 all’11 gennaio, e secondo i dati ufficiali FIMI-GFK tutto rimane invariato nella top5 rispetto alla settimana precedente: Tiziano Ferro si conferma ancora in testa con il suo primo greatest hits Tzn (triplo disco di platino), tallonato da Gianna Nannini con l’album di cover Hitalia. Sul gradino più basso del podio Vasco Rossi con Sono innocente, subito dietro i Modà con la raccolta 2004-2014 e i Pink Floyd con The endless river.
Ma la notizia sicuramente più curiosa e sorprendente, e che costituisce un record assoluto, è l’entrata in classifica in contemporanea questa settimana, di ben 15 album di Pino Daniele. Sicuramente la sua morte improvvisa e inattesa ha fatto notizia e ha commosso tutti, e più di qualcuno evidentemente ne ha approfittato per scoprire o riscoprire i suoi dischi più famosi, o qualche raccolta con i più grandi successi.
Nello specifico questi sono i dischi in classifica, con la relativa posizione, tutte nuove entrate di questa settimana:
6. Collection: Pino Daniele
8. Nero a metà
11. Ricomincio da 30
19. Pino Daniele
20. Bella ‘mbriana
21. Napule è
26. Tutto Daniele
28. I grandi successi: Pino Daniele
41. Terra mia
45. The platinum collection: the early years
47. Vai mo’
55. Tutta n’ata storia
58. Scio’
83. Successi d’autore flashback 2012
88. 3cd collection: Pino Daniele
Questo clamoroso exploit appare ancora più curioso se si pensa che, pur avendo pubblicato diversi album negli ultimi anni (Boogie boogie man nel 2010, La grande madre nel 2012, e Tutta n’ata storia – Vai mo’ live in Napoli nel 2013), l’ultimo riconoscimento discografico ricevuto è stato il disco d’oro per Electric jam del 2009.
Nonostante gli scarsi dati di vendita, dal vivo ha continuato a riscuotere sempre un grande successo, come dimostrato anche dall’ultimo tour, nel quale aveva riproposto integralmente il suo album Nero a metà, accompagnato dalla sua storica band dell’epoca, nei più grandi palasport d’Italia.

CONDIVIDI
Andrea Giovannetti
Nato a Roma nel 1984, ma vivo a Venezia per lavoro. Musicista e cantante per passione e per diletto, completamente autodidatta, mi rilasso suonando la chitarra e la batteria. Nel tempo libero ascolto tanta musica e cerco di vedere quanti più concerti possibili, perchè sono convinto che la musica dal vivo abbia tutto un altro sapore. Mi piace viaggiare, e per dirla con le parole di Nietzsche (che dice? boh!): "Senza musica la vita sarebbe un errore".