Oscar: nomination, delusioni, mattoncini

13
0

Va bene. Me lo sono fatto da me. È il twitter da Oscar con l’Oscar fatto con mattoncini Lego mandato da uno dei due autori di The Lego Movie, Phil Lord, snobbato in coppia con Chris Miller.  Tra gli snobbati noi siamo spiaciuti per Fincher regista di Gone Girl (ma hanno candidato Rosamunde Pike) e per tutto Interstellar, dal regista Christopher Nolan al buco nero (ma chissà: magari per una distorsione temporale l’Oscar se l’è già preso o lo prenderà in un altro universo). American Sniper di Clint Eastwood è stato risarcito dei mancati Golden Globe con 7 nomination, ma non Eastwood regista: sono in lizza gli spari (miglior montaggio sonoro). Birdman ha avuto 9 nomination (ma era previsto) e ne ha avute 9  Grand Budapest Hotel (e non era previsto), 8 a Imitation Game (e il risarcimento sarebbe a Turing), 7 a Boyhood (ma non al bambino seguito per 12 anni), 5 a La teoria del tutto (giusti gli attori, Eddie Redmayne e Felicity Jones, il resto mah…), 5 a Foxcatcher (e sarà interessante vedere cosa succederà a Steve Carrell nelle mani del Bennet Miller di Capote)  2 a Selma, concentrato scolastico ma intenso di lotta alla segregazione razziale in America che vede nominate le musiche ma non regista e attore. Comunque al solito molti i chiamati, pochi gli eletti…

CONDIVIDI
Marco Bacci
Marco Bacci scrive di cinema, tecnologia e libri. Ogni tanto scrive romanzi. È un ex di molti lavori