Seattle: il mare nel piatto

134
0

Ci sono luoghi dove il mare ti salta direttamente nel piatto, dove tutto è più grande, ricco, vario e saporito. Seattle è un paradiso per gli amanti dei crostacei: granchi giganti, gamberi polposi di ogni dimensione, aragoste… ma anche capesante e pesci freschi o affumicati.

Un consiglio? Quando vi siete stancati di cercare un ristorante a un prezzo ragionevole, per mangiare queste prelibatezze, acquistate direttamente questi spettacolari prodotti al Pike Place Market.

Il mercato è una piacevolissima rassegna dei prodotti gastronomici locali e, siccome è diventato ormai una meta turistica tra le più rinomate di Seattle, alla mattina non manca mai un po’ di show, con i pescivendoli che si tirano i salmoni da un angolo all’altro del banco, per la gioia dei collezionisti di souvenir fotografici.

Ma si sa: questi sono gli Stati Uniti d’America dove, in mancanza di arte antica… tutto quanto fa spettacolo.

Molti dei prodotti che vengono proposti sono già cotti (a vapore o bolliti) e pronti per essere conditi solo con un filo d’olio e una spruzzata di limone.

E allora munitevi di un kit minimo di condimenti, di un pacco di piatti e tovaglioli di carta e gustatevi queste meraviglie del mare senza l’intervento di uno chef di formazione francese, che magari ve li annega in qualche improbabile sughetto cremoso.

Quindi, quando fate la valigia, lasciate a casa quel paio di scarpe in più, che senz’altro non userete, e metteteci un’attrezzatura minima per spaccare le chele dei crostacei: non ve ne pentirete!

E poi, c’è qualcosa di più rilassante, dopo una giornata in giro per la città, che gustarsi una cenetta in camera?

L’IDEA DA PORTARE A CASA: POLPA DI GRANCHIO IN “TACO” DI INSALATA BELGA

In mancanza di chele giganti da spolpare, acquistate della polpa di granchio di ottima qualità (suggerisco la varietà Chatka) e conditela con un’emulsione di aceto di riso, olio extravergine d’oliva, succo di limone, sale e pepe. Trasferitela in foglie di insalata belga e gustatela, anche come “finger food”.

Polpa di granchio in taco di belga

 

CONDIVIDI
Ivana Masiero
Da sempre amante e cultrice della buona cucina, grazie a una continua formazione e a una ricerca personale, ha intrapreso da alcuni anni la professione di cuoca a domicilio, dando vita a ricette che uniscono tradizione e innovazione (www.cuocacasa.com). Viaggiatrice appassionata, non manca mai, nel corso dei suoi soggiorni in Italia e all’estero, di ricercare ingredienti locali e, dove possibile, cucinarli sul posto. A volte infilandosi nella cucina di un ristorante ad Hong Kong, altre acquistando i prodotti al mercato e inventando cene sfiziose ovunque si trovi. A Milano, ha frequentato il corso di alta cucina presso l'Istituto di Cultura Enogastronomica Altopalato e i corsi dello chef Sergio Mei, presso l’Hotel Four Seasons. E’ consulente per l’ideazione dei menù del ristorante italo-baiano "Marinata" di Salvador de Bahia (Brasile), oltre che vincitrice di numerosi concorsi legati a Gambero Rosso Channel.