E dopo Selma, un altro uragano: Katrina

15
0

Ava DuVernay è lanciatissima. Spike Lee sull’uragano Katrina aveva realizzato un documentario: When the Levees Broke: A Requiem in Four Acts. Adesso la regista di Selma (nomination all’Oscar 2015), racconterà in un film l’hurricane che distrusse New Orleans nel 2005. Il mix è tra storia d’amore, crime e disaster movie

Protagonista? David Oyelowo, alias Martin Luther King in Selma. Il film è ancora senza titolo, ma sarà la terza volta insieme per la regista e il suo protagonista: prima del biopic sul leader afro-americano, i due si erano incontrati per Middle of Nowhere con cui DuVernay aveva vinto il premio di miglior regista al Sundance 2012.

Stavolta invece, niente nomination all’Oscar né per lei né per Oyelowo. Selma, partito in pole position, si è fermato a due candidature, tra le polemiche generali: Miglior film e Canzone originale…

 

 

CONDIVIDI
Alessandra Matella
Giornalista, ha scritto (scrive) di cinema & altro su mensili, settimanali, quotidiani e siti web. Le piacciono Coppola e Lars Von Trier, i Tudors e Wolf Hall, Ewan McGregor e Russell Crowe, La patetica di Cajkovskij e i Dire Straits, F S Fitzgerald ed Espiazione, Napoli e il lago d'Orta, San Pietroburgo e Copenaghen, Yohji Yamamoto e Marni, Matisse e Frida Kahlo