Tributo a Dylan

254
0

Venerdi 6 febbraio in occasione del MusiCares Person of the Year, il concerto-tributo che si tiene a Los Angeles ogni anno, Bruce Springsteen salirà sul palco per rendere il suo omaggio a Bob Dylan, nominato appunto Person of the Year 2015.

Bruce non sarà il solo, ovviamente, ma la sua presenza è ritenuta fondamentale, non soltanto dai suoi fans, perché lo scorso anno fu lui (con l’immancabile E Street Band) ad essere nominato “Personaggio dell’Anno” e di conseguenza protagonista del tributo.

Oggi, invece, sarà il Boss a celebrare il poeta di Duluth, “senza il quale – parola di Bruce stesso – non sarei qui”.

bob-dylan-today

Con Springsteen sul palco saliranno Alanis Morissette, Aaron Neville, Derek Trucks, Susan Tedeschi, The Black Keys, Jackson Browne, Beck, Crosby Stills & Nash, Norah Jones, Tom Jones, Los Lobos, Taj Mahal, John Mellencamp, Willie Nelson, Bonnie Raitt, Eddie Vedder, Jack White, John Doe e Neil Young. Direttore musicale della serata sarà Don Was.

Bob Dylan sarà il venticinquesimo artista insignito di questa prestigiosa onorificenza istituita dal MusiCares, l’organizzazione benefica no profit nata nel 1989 e legata ai Grammy Awards che raccoglie fondi destinati a fornire supporto finanziario e assistenza medica a persone che fanno – o hanno fatto parte – dell’industria musicale. Neil Portnow, Presidente e CEO della Fondazione MusiCares, ha così motivato il riconoscimento a Bob Dylan per il 2015: “Il suo lavoro e la sua creatività  hanno contribuito alla cultura americana, così come quella del mondo intero”.

A premiare Bob Dylan come “MusiCare Person of the Year” sarà l’ex Presidente degli USA, Jimmy Carter.
Il MusiCares Tribute è senza dubbio uno degli eventi più importanti della settimana dei Grammy (giunti quest’anno alla 57esima edizione) che si terranno, come da tradizione, domenica 8 febbraio allo Staples Center di Los Angeles. Cerimonia che sarà trasmessa in diretta dalla CBS.
Clicca qui per ascoltare il discorso fatto da Bruce Springsteen nel 1988, quando Bob Dylan entrò nella Rock’nRoll Hall of Fame.

CONDIVIDI
Patrizia De Rossi
Patrizia De Rossi è nata a Roma dove vive e lavora come giornalista, autrice e conduttrice di programmi radiofonici. Laureata in Letteratura Nord-Americana con la tesi La Poesia di Bruce Springsteen, nel 2014 ha pubblicato Bruce Springsteen e le donne. She’s the one (Imprimatur Editore), un libro sulle figure femminili nelle canzoni del Boss. Ha lavorato a Rai Stereo Notte, Radio M100, Radio Città Futura, Enel Radio. Tra i libri pubblicati due su Luciano Ligabue: Certe notti sogno Elvis (Giorgio Lucas Editore, 1995) e Quante cose che non sai di me – Le 7 anime di Ligabue (Arcana, 2011). Uno (insieme a Ermanno Labianca) su Ben Harper, Arriverà una luce (Nuovi Equilibri, 2005) e uno su Gianna Nannini, Fiore di Ninfea (Arcana). Il suo ultimo libro, scritto con Mauro Alvisi, s'intitola "Autostop Generation" (Ultra Edizioni). Dal 2006 è direttore responsabile di Hitmania Magazine, periodico di musica spettacolo e culture giovanili.