A Decent Ride. Altro giro, solito Welsh?

536
0

Welsh decent 1Udite, udite fans di Irvine Welsh, che siate in gonnellina scozzese o no, basta che abbiate dimestichezza con la lingua inglese e tra non molto potrete ordinare il suo nuovo romanzo, intitolato A Decent Ride, in uscita nel Regno Unito per la metà di Aprile.  Protagonista sarà Terry Lawson, taxista di Edimburgo che cercherà di scoprire dove si è cacciata la bella Jinty Magdalen, scomparsa misteriosamente. A fare da co-protagonista a Terry ci sarà l’uragano Bawbag, che colpì realmente la Scozia nel 2011. Il cataclisma atmosferico non sarà l’ultimo problema che Terry dovrà affrontare: un terribile evento rovinerà per sempre la sua abilità in campo sessuale. Favorendo l’ingresso nella sua vita di una nuova passione: il golf. L’elemento sportivo è una novità voluta dallo scrittore che in merito  ha rivelato come nel romanzo abbia voluto scrivere di come dieta e esercizio fisico siano un’ossessione per il popolo americano.
I seguaci più fedeli dello scrittore scozzese sapranno che i suoi personaggi vengono riciclati da romanzo a romanzo. Il suo è un piccolo universo di vizi e depravazioni dal quale gli abitanti sembrano non poter uscire. Anche in questo caso con un piccolo sforzo di memoria si può ricordare che Terry Lawson è apparso per la prima volta nel romanzo Colla, fa una breve comparsa ne Il Lercio e ha una sua prima piccola storia nella raccolta di racconti Tutta colpa dell’acido.
Facendo il punto sulla produzione di Welsh, arrivato con  A Decent Ride al decimo romanzo, si può dire che è composta da uno scheletro, rappresentato dalla trilogia Skagboys, Trainspotting e Porno ai quali si aggiunge -per continuità di personaggi- Colla. Gli altri romanzi rappresentano la carne, la polpa più superficiale, un’aggiunta si può dire, e spesso sono stati criticati dagli stessi ammiratori dello scrittore che non hanno riconosciuto la stessa anima delle sue opere più celebri. Si spera che questo A Recent Ride risulti più osseo e meno carnoso.

Per chi non ha ancora avuto a che fare con questo autore, unico nel suo genere, consiglio vivamente di iniziare dallo scheletro, meglio ancora seguendo l’ordine cronologico della storia (Skagboys, Trainspotting, Porno) e non quello di uscita dei romanzi. Perciò stringete il laccio emostatico, battetevi sulla vena, fate un bel respiro e si parte con un po’ di Skag

CONDIVIDI
Simone De Vita
Nasce nel lodigiano nel 1986, ottiene una laurea Magistrale in Lettere Moderne, scienze della letteratura, teatro e cinema. Scrive racconti, poesie, canzoni, e cerca di farlo con uno stile proprio... Perché come disse lo zio Buk , "Lo stile è una risposta a tutto."