Marco Masini: “Cronologia” di 25 anni di carriera

Dopo la partecipazione al Festival di Sanremo il cantautore fiorentino pubblica "Cronologia", ripercorrendo in 3 cd tutta la sua carriera, da Disperato a Che giorno è.

193
0

Cronologia
di Marco Masini (Sony)
voto (agli inediti): 6,5


Finito Sanremo, esce un triplo cd del cantautore fiorentino che, arrivato alla rispettabile quota di 25 anni di carriera, fa il punto della situazione e propone al pubblico ben 42 canzoni, tra hit radiofoniche e chicche meno conosciute, tratte da tutti i suoi album fin qui pubblicati. La raccolta è impreziosita da 5 inediti, più la cover di Sarà per te di Francesco Nuti, presentata sul palco dell’Ariston nella serata del giovedì.
Il disco si apre con Che giorno è, il brano piazzatosi sesto al Festival: classico pezzo “alla Masini”, con un crescendo che sfocia in un ritornello azzeccatissimo e che è un inno alla vita, a non abbandonarsi alla rassegnazione, a riprendere in mano la propria vita, e a “smettere di smettere”.
Gli altri inediti sono: Non è vero che l’amore cambia il mondo, voce campionata su una base dance, una veste del tutto inedita per il cantautore; Noi due, ballad sulle occasioni perse di un amore finito; Io non ci perdonerò, altra ballata sulla speranza che il tempo porti via i ricordi di una storia passata, ma che non si potrà mai perdonare per come è finita; L’amore è stato qui in apparenza potrebbe sembrare una canzone per una donna che non c’è più, ma in realtà quella donna è proprio la mamma di Marco, Anna Maria, e la canzone è una dolcissima dichiarazione d’amore nel ricordo della madre.
Chiude la rosa degli inediti Sarà per te, brano dell’amico attore e regista Francesco Nuti, presentato a Sanremo nel 1988 e riproposto nella serata delle cover.
Eccetto il brano dance gli inediti sono tutti di chiaro stampo “masiniano”, riconoscibilissimi fin dal primo ascolto, anche se non tutti all’altezza dei grandi successi degli anni 90. Le più riuscite delle cinque sono sicuramente il brano sanremese e L’amore è stato qui.
500x462xmarcomasini-cronologia-cover.jpg.pagespeed.ic.Gw1ZtqdbtDGli altri 36 brani sono tratti da tutti i precedenti album del cantautore (prima volta che accade a causa di vari contenziosi con le precedenti case discografiche), e come in una cronologia internet, si va dai brani più recenti, fino ad arrivare agli esordi: ci sono tutte le grandi hit, da Disperato a L’uomo volante, da Vaffanculo a Come si fa..? in duetto con Umberto Tozzi, insieme ad alcune canzoni meno note al grande pubblico e che ora hanno una seconda chance per farsi apprezzare, come Un piccolo Chopin e 10 anni.
Ci sono inoltre tre brani che appaiono per la prima volta su cd e sono: Shaman king, sigla dell’omonimo cartone animato, Cosa rimane (a Marco), brano composto da Andrea Amati ed inciso nel 2006 esclusivamente per il fan club, e Bugie, lato B del suo primo 45 giri del 1988.

Sicuramente una compilation ben studiata, che mette insieme vecchio e nuovo, e dove non manca nessuna tappa fondamentale nella carriera del cantautore toscano. Un ottimo acquisto sia per il fan che per chi vuole avere in 3 cd (in vendita a prezzo speciale) tutto il meglio della produzione di un artista troppo a lungo vessato da stupide maldicenze e da una critica mai generosa nei suoi confronti, ma che continua ad essere amato dal pubblico e a confermarsi uno dei migliori talenti della sua generazione dopo 25 anni di carriera.

CONDIVIDI
Andrea Giovannetti
Nato a Roma nel 1984, ma vivo a Venezia per lavoro. Musicista e cantante per passione e per diletto, completamente autodidatta, mi rilasso suonando la chitarra e la batteria. Nel tempo libero ascolto tanta musica e cerco di vedere quanti più concerti possibili, perchè sono convinto che la musica dal vivo abbia tutto un altro sapore. Mi piace viaggiare, e per dirla con le parole di Nietzsche (che dice? boh!): "Senza musica la vita sarebbe un errore".