Better Call Saul. Uno spin-off di Breaking Bad…

29
0

In America è ancora in onda, in Italia non si sa ancora  se verrà mai trasmesso (vi autorizziamo a vederlo sul web). Parliamo dello spin-off di Breaking Bad dal titolo Better Call Saul. Anzi, per l’esattezza è il prequel della celebre serie tv firmata da Vince Gillian tutto incentrato sull’(il)legale Saul Goodman. Spoilerando leggermente diciamo che la prima puntata si apre con un giovanissimo Saul che lavora in una panetteria in Nebraska sotto falsa identità per paura di essere riconosciuto e mentre torna a casa ricorda i tempi in cui era un avvocato di successo. Da qui una serie di flashback dove incontreremo personaggi molto conosciuti, almeno per chi ha seguito le vicende di Heisenberg, come Mike Ehrmantraut che da killer qui veste i panni del parcheggiatore di un tribunale o Tuco Salamanca che spacciatore era e spacciatore rimane anche in questa serie. Dieci gli episodi previsti per la prima stagione, tredici per la seconda già messa in cascina che seguiranno tutta la trasformazione dell’avvocato Jimmy McGill in Saul Goodman, sempre interpretato dallo straordinario Bob Oderkirk. Lo stesso che in Fargo ha vestito i panni di Bill Oswalt, il capo del dipartimento della polizia di Bemidji. Da non perdere.

CONDIVIDI
Tobia Dell'Olio
Sono del '68 e ascolto musica da sempre. La mia prima cassetta aveva sul lato a gli Alan Parson Project e sul b gli Imagination. Poi nel '79 la folgorazione grazie (infinite grazie, tantissime grazie!) all'insistenza di mio fratello: i Pink Floyd. Non contento negli anni successivi mi portò a spasso anche nel jazz e nella fusion. Da lì non mi sono più fermato, divorando ogni giorno musica e con la possibilità di farla ascoltare a tantissima gente grazie alla radio. Lavoravo infatti come speaker e mettevo "on air" la musica che più mi piaceva, senza imposizioni. Poco dopo ho iniziato a scrivere di musica e da circa 6/7 anni anche di serie tv e ho deciso di coinvolgervi in questa doppia mia passione.