Whiplash: Full Metal Jacket in salsa ritmica

80
0

Ad Oscar ancora roventi, mi viene da fare un pensiero da batterista, sul tanto osannato “Whiplash”.

A me il burbero direttore d’orchestra Terence Fletcher, impersonato da J.K. Simmons ha più che altro ricordato il sergente Hartman di Full Metal Jacket :

https://www.youtube.com/watch?v=rSWeUvCVeLw

Questo è il classico film da “amerikani” nel senso più dispregiativo del termine. In questo caso, la storia tanto inverosimile quanto estrema basa la sua trama sull’effetto creato da batterie grondanti sangue e allagate da sudore formato diluvio universale, oltre che sulla ferocia di Mr. Fletcher.

Il jazz trattato alla stregua dell’heavy metal.

Tutto ricondotto ad un fatto di velocità e potenza. L’esatto   contrario di quello che contraddistingue questo genere, fatto invece di raffinatezza e sapienza nell’uso delle dinamiche, e poi l’improbabile parte finale, con lo studente che viene invitato, di punto in bianco, a suonare nella sua orchestra dal maestro aguzzino al concerto più importante della scena jazz Newyorkese.

Ma dai…

Tutti questi ingredienti stanno a dimostrare che il giovane regista Damien Chazelle, nonostante la sua passione per il jazz (aveva già diretto Guy and Madeline on a Park Bench, uscito nel 2009), abbia voluto parlare di una materia della quale non conosce ralmente nulla.

 

I dischi del giorno:

 

DISCO-1

https://www.youtube.com/watch?v=gOU_zWdhAoE

https://www.youtube.com/watch?v=49HxZ8yVpqk

 

disco-2

https://www.youtube.com/watch?v=F6TwL6eoYec

 

 

CONDIVIDI
Gigi Cavalli Cocchi
Batterista di Ligabue dal 1989 al 1994, ha fatto con lui 4 album e 300 concerti compresi i 2 “Campovolo”. Con i Clan Destino ha inciso 2 album; entra poi nei C.S.I. di Ferretti e Zamboni per 6 anni, realizzando l’album del loro primo disco d’oro Tabula Rasa Elettrificata e altri 3 dischi. Nel 1998 forma i Mangala Vallis, uno dei gruppi più importanti del nuovo rock progressivo italiano. Dal 2004 al 2011 suona e incide con Massimo Zamboni, 4 album. Dal 2009 fa parte della folkrock band Lassociazione, 3 album pubblicati. Ha condiviso lo stesso palco o progetti con numerose star italiane e internazionali. Affianca da sempre all’attività di musicista, quella di disegnatore e grafico, sue le copertine dei primi quattro album di Ligabue, ma ha realizzato cover anche per Stadio, Teresa De Sio e Nomadi.