Elita Design Week Festival: Benassi, l’elettronica di Gui Boratto ed il rock di Brooke Fraser

35
0

Il titolo dell’edizione 2015 di Elita Design Week, festival giunto ormai alla decima edizione è semplicemente perfetto. Come dice, per una volta sinteticamente, il comunicato stampa, “l’ampiezza della proposta artistica e culturale e di una programmazione transnazionale in cui i confini tra elettronica e contaminazione sono sempre più labili”… per cui un festival ‘cool’ che prende vita a Milano durante il Salone del Mobile (14 – 19 aprile) non può che definirsi #borderless, ovvero senza confini. Gli artisti aggiunti in questi giorni si sommano ad un programma interessante ed eterogeneo, perfetto per chi balla e pure per chi non vuol ascoltare. C’è l’elettronica potente di Benny Benassi, ambasciatore del ritmo italiano nel mondo e soprattutto a Las Vegas; c’è il ritmo cool & sofisticato di Gui Boratto, scelto da un certo Paolo Sorrentino per certe scene del premiatissimo “La Grande Bellezza”; c’è pure la neozelandese Brooke Fraser, che è in classifica in top 20 su iTunes in questi giorni con una canzone molto radiofonica come “Kings & Queens”, ma nell’ultimo album “Brutal Romantic” sperimenta tra rock, pop ed elettronica. Si tratta di una selezione assolutamente parziale di un programma che conta decine e decine di eventi ed anteprime da non perdere. Per una volta (ma qualche volta capita anche a Torino per Club to Club, a Lecco per Nameless, a Gallipoli ed al Cocoricò di Riccione…), l’Italia fa scuola anche di notte. Tutti i dettagli sul sito del festival.

CONDIVIDI
Giornalista & comunicatore (o viceversa), Lorenzo Tiezzi sta online più o meno tutto il giorno. Il sito della sua agenzia è www.lorenzotiezzi.it, il suo clubbing blog AllaDiscoteca.com. All'attività di comunicatore affianca quella di giornalista freelance. Scrive di tendenze, musica, nightlife, ovvero, riassumendo all’osso, di amenità. Fiorentino, classe ‘72, si è laureato in Dams Musica nel 1996. Prima di dedicarsi a giornalismo e comunicazione ha lavorato in tv come coautore e curatore (Tmc2, Mtv) e in teatro come direttore di palco. Appassionato di arte, vino e sport, nel novembre 2013 ha corso la sua prima maratona e punta tutto su un tempo improbabile (3h e 30’’).