Le leggi del desiderio. Non funzionano sul serio

Silvio Muccino, life coach per poveracci, vi insegna le leggi del successo ma è vinto dall'amore.

38
0

Le leggi del desiderio
di Silvio Muccino
con Silvio Muccino, Nicole Grimaudo, Maurizio Mattioli, Carla Signoris, Luca Ward
Voto 6/7


Silvio Muccino, capello lungo, barba, collanine e niente sigmatismo (ha vinto la “zeppola”) è un life coach che insegna agli sfigati le regole del successo. Il modello è il Tom Cruise di Magnolia, l’effetto ricorda uno spot di Lapo Elkann. Il guru sceglie candidati per un programma tv: una è la “piccola fiammiferaia” Nicole Grimaudo, maltrattata amante/impiegata del boss che vuole il programma, poi c’è Carla Signoris  impiegata in Vaticano  che scrive soft porno di nascosto, e infine  Maurizio Mattioli  che ha perso il posto ma non l’ha detto alla moglie su sedia a rotelle. I tre verranno trasformati in macchine da successo con effetti diciamo ironici (la normale si sforza di fare la dominatrice, la madre di famiglia diventa una creatura da sottoprogramma tv, Mattioli si abbronza e si tinge). E guarda un po’ strada facendo Muccino scopre che l’amore, quello vero, è una cosa meravigliosa (e anche  La vita è meravigliosa, il film) e diversa dal successo costruito. La rivelazione morale ammutolisce il pubblico. Tornate in famiglia, andate dove vi porta il cuore…

CONDIVIDI
Marco Bacci
Marco Bacci scrive di cinema, tecnologia e libri. Ogni tanto scrive romanzi. È un ex di molti lavori