Chappie. Anzi, Humandroid

26
0

I Have Consciousness. I Am Alive. I Am Chappie.
“Sono cosciente. Sono vivo. Sono Chappie”. Un altro robot si rende conto di pensare, uno step evolutivo niente male per il prossimo fantafilm d’azione (da noi in aprile) firmato dal sudafricano Neill Blomkamp con la consueta malinconica attenzione ai reietti. Anzi, è l’evoluzione del suo primo corto del 2004: Tetra Vaal, che anticipò i temi di District 9 e Elysium. Chappie è una specie di Robocop con le orecchie (scusate, le antenne) da coniglio, che in un mondo dove tutta la polizia è costituita da automi e la gente si sta ribellando, viene rapito, hackerato e si scopre un’anima. Strada facendo anche il film si è cambiato il titolo in  Humandroid.  La curiosa somiglianza viene dalla passione di Blomkamp per Briareos, un personaggio del manga Appleseed di Masamune Shirow.

CONDIVIDI
Redazione
Spettakolo! nasce nel 2015 e si occupa di cinema, musica, travel, hi-tech. Alla Redazione di Spettakolo! collaborano varie figure del mondo del giornalismo (e non) desiderose di raccontare tutto ciò che per loro è "spettacolo" (appunto).