Tanti auguri, Liga! Padova 13 marzo 2015, cronaca di una festa annunciata.

227
0

Il Tour del Liga è partito, come quello dei suoi fan, che dietro le sue date piazzano vacanze più o meno organizzate!

Padova è andata.

Era la prima e come ogni prima ha portato con sé tutte le emozioni e le tensioni possibili.

Se poi ci si aggiunge un compleanno di mezzo, se poi è quello del padrone di casa, si capisce perché in genere un fan cerca di non mancare mai all’apertura e alla chiusura. Perché QUELLE date lì saranno sempre irripetibili.

E infatti anche stavolta Luciano è arrivato emozionato, e la sua emozione ha scaldato il padiglione 7 come meglio non si sarebbe potuto.

La scaletta ha visto meno Mondovisione del Tour stadi, e molta più contaminazione dal Tour Mondo; e i palazzetti, per quanto possono, si avvicinano sicuramente più alla dimensione del club rispetto a quella oceanica degli stadi.

Il palco, sia pure in miniatura e con le debite proporzioni, è lo stesso degli stadi, con tanto di passerella, ma stavolta le luci fanno la loro parte in maniera molto più significativa.

11034897_10153235382916522_2482780186197401882_nIn occasione della prima data Luciano ha regalato ai fan la possibilità di ascoltare dal vivo uno dei 4 inediti del suoi nuovo disco live, nei negozi dal 14 aprile. Il disco si chiama Giro Del Mondo ed è già in preorder su iTunes e Amazon.

L’album raccoglie i momenti più emozionanti del “Mondovisione Tour”,con brani e immagini dalle tappe in Italia di “Stadi 2014” e dai concerti in giro per il mondo.

 

L’inedito ascoltato in anteprima il 13 marzo è C’è sempre una canzone. Gli altri tre sono A modo tuo, Non ho che te e I campi in aprile.

Ad attendere l’apertura del padiglione 7 una folla in festa e in fila da due giorni per il braccialetto che consente l’ingresso anticipato, e una bella sorpresa per Luciano: i fan infatti hanno organizzato una bella festa per il suo compleanno; tra cartelli con la scritta auguri su tutte le tribune e palloncini e cartelli a forma di cuore in parterre, il calore e l’amore dei fan si è fatto sentire forte e chiaro.

foto max cottafavi

Foto dalla pagina di Max Cottafavi

Tra i tanti regali, bellissima la torta a forma di chitarra portata sul palco dalle fedeli braccia di Maio, che stavolta invece del caffè ha portato il dolce, gustato da tutti e distribuito ai fan delle prime file.

foto torta

Luciano, come di consueto, ha ricambiato l’affetto e il calore ricevuto ringraziando.

https://www.facebook.com/video.php?v=10153229853626522&pnref=story

Insomma, la prima è stata col botto, ci vediamo in tour!

CONDIVIDI
Chimena Palmieri
Sono Chimena Palmieri, classe 1963. Ho un diploma di Ragioneria, una Laurea in Sociologia, un lavoro presso l’Università Politecnica delle Marche. Ho un figlio, Francesco; ho amici, molti interessi e poche passioni. Sono nata a Castelfidardo, cresciuta a Numana, vivo ad Ancona: tutto in 30 chilometri, perché “Credo che la voglia di scappare da un paese con 20000 abitanti vuol dire che hai voglia di scappare da te stesso e credo che da te stesso non ci scappi neanche se sei Eddie Merx”.