A casa di Maurizio Solieri

0

In una casa sui colli bolognesi vive Maurizio Solieri, musicista il cui nome è spesso associato a quello di Vasco Rossi, di cui è stato il chitarrista per oltre trent’anni. Siamo andati a trovarlo, e lui ci ha portato nel suo studio, un luogo che farebbe impazzire di gioia e curiosità qualsiasi persona minimamente interessata alla musica. Una cantina annessa alla sua casa in cui sono stipate decine di chitarre, amplificatori, casse e pedali di ogni sorta. Insomma, tanti di quegli strumenti da poter rifornire un intero negozio di musica.
In questa magica atmosfera, dopo un’ora di chiacchiere a ruota libera e a telecamere spente, Maurizio ci chiede: «Ma voi non eravate qui per farmi un’intervista?». Ma non capita mica tutti i giorni di trovarsi davanti a una delle leggende della musica rock italiana, ed è chiaro che le curiosità siano tante. Talmente tante che abbiamo deciso di dividere questo servizio in due parti. Come dicevamo, gli argomenti toccati sono parecchi e per tutti i gusti: si inizia con le nozioni tecniche sulla strumentazione, passando per le canzoni scritte per Vasco e che hanno segnato un’epoca, fino ad arrivare alla Steve Rogers Band. E tanto altro ancora.
E poi non è un mistero che Solieri sia un gran chiacchierone, tanto accattivante quanto divertente, e sentirlo parlare di musica è sempre un piacere… non a caso è anche lui uno dei recensori di Spettakolo!
E allora, parola a Maurizio Solieri, con la prima parte della nostra intervista… (Clicca qui per la seconda puntata).

CONDIVIDI
Nata a Venezia, studentessa di Giurisprudenza a Padova e giornalista a Milano. Classe '93. Tanti interessi: dalla scrittura alla musica, dai viaggi alla politica. Prime collaborazioni con Max/Gazzetta dello Sport, D.Repubblica.it e Young.it. Giornalista pubblicista, da sette anni inviata alla Mostra del Cinema di Venezia. Mi trovate anche su Amica.it, la Nuova Venezia, il Mattino di Padova, la Tribuna di Treviso, FoxLife, Trentino, Alto Adige, DireDonna e Italpress.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here