La mostra “Art for Porn” per finanziare il film “Le ragazze del porno”

757
0

Dopo il successo dell’edizione romana, arriva a Milano, il 27, 28 e 29 marzo presso la galleria Le Dictateur (è in via Nino Bixio 47), Art for Porn, una mostra di opere d’arte la cui vendita serve a finanziare il progetto cinematografico Le ragazze del porno, ideato da registe riunite nell’omonima associazione. Nato da un’idea della giornalista e scrittrice Tiziana Lo Porto, il progetto rappresenta la prima esperienza collettiva di cinema porno erotico femminile italiano e scaturisce dal desiderio di mostrare una visione del sesso non omologata, femminile, d’autore e molto indipendente.

Le-ragazze-del-porno-480x280Il progetto è partito poco più di un anno fa, nell’inverno del 2014. L’idea ruotava (e continua a ruotare) intorno a un mix inusuale: cinema d’autore e pornografia. Progetti simili sono stati realizzati in Svezia da Mia Engberg con Dirty Diaries, in Spagna da Erika Lust e da un’attiva scena post-pornografica indipendente, in Francia dalle registe coinvolte nelle antologie di corti X-Femmes prodotte da Canal +.

Al progetto italiano hanno aderito con entusiasmo donne di tutte le età e con esperienze diverse, tutte registe e tutte insofferenti al mainstream. Le registe attualmente coinvolte sono Erica Z. Galli e Martina Ruggeri per Industria Indipendente, Anna Negri, Regina Orioli, Lilith Primavera, Titta Cosetta Raccagni, Lidia Ravviso, Emanuela Rossi, Slavina, Federica Sozzi, Monica Stambrini e Roberta Torre. Una crew tutta in rosa che si è messa in testa di sfornare dei cortometraggi autoriali, confezionati con tutti i crismi del cinema colto, ma con il sesso a fare da leitmotif. Valentina Nappiok9Brevi film senza pudore, per raccontare un’idea di sessualità libera, consapevole, sfrontata, gioiosa, in cui la testa conti quanto il corpo. Il primo corto della regista Monica Stambrini ha per protagonista Valentina Nappi (nella foto), la più quotata pornostar del momento, e si intitolerà Queen Kong.

Per contribuire al finanziamento del progetto – iniziato con la campagna di crowdfunding su Indiegogo e il lancio del nuovo sito internet curati dall’agenzia Fill_Blank – Le Ragazze Del Porno hanno chiesto ad artisti e collezionisti delle opere da vendere durante l’evento di autofinanziamento Art for Porn. Saranno esposte fotografie, quadri, disegni e si terranno due performance di Francesca Arri
e e Adele Ceraudo, ad accompagnare rispettivamente l’apertura di venerdì e la chiusura di domenica. Gli artisti coinvolti entreranno a far parte dell’associazione Le ragazze del porno e di un “consiglio” di artisti-donatori inserito nei credits del film. Ecco alcune delle opere che saranno messe in vendita.

Qui invece c’è un video promozionale di Art for Porn

È il momento di conoscerci di persona! Tutte (o quasi) #leragazzedelporno ad #artforporn Partecipa e condividi. http://bit.ly/artforporn-evento

«Il nostro», dice Anna Negri, «è un work in progress che speriamo ci permetta di lavorare non solo con modelli produttivi low budget. Certo, dal basso era l’unico modo per iniziare. La difficoltà di trovare produttori e distributori è evidente, oltretutto in un momento di crisi per tutto il cinema italiano. Se però singoli proprietari di sale cinematografiche vogliono fare proiezioni ad hoc per i cortometraggi che via via produrremo, e successivamente per il film che realizzeremo, ora sanno dove trovarci”.

Concludiamo con una clip girata durante i provini per selezionare gli attori: clicca qui per vederla.

Le-ragazze-del-porno-3

CONDIVIDI
Redazione
Spettakolo! nasce nel 2015 e si occupa di cinema, musica, travel, hi-tech. Alla Redazione di Spettakolo! collaborano varie figure del mondo del giornalismo (e non) desiderose di raccontare tutto ciò che per loro è "spettacolo" (appunto).