La prima serata di battles a The Voice

130
0

Prima serata di “battles” a The Voice. Ogni coach sceglie due tra i cantanti della propria squadra che si sfideranno “sul ring” cantando la stessa canzone. Al termine, è lo stesso coach a decidere chi dei due potrà proseguire il percorso nel talent. C’è però un’altra possibilità per l’eliminato: il cosiddetto steal da parte di uno dei rimanenti tre coach. L’escluso, così, avrà la possibilità di rimanere nel programma all’interno però di un’altra squadra. Ogni coach ha a disposizione solo due steal.
In questa fase del programma, i quattro “maestri” si sono fatti affiancare da altrettanti vocal coach che, durante le prove, hanno aiutato i cantanti in gara a interpretare al meglio i brani. J-Ax ha scelto Enrico Ruggeri, Noemi ha chiamato Arisa, i Facchinetti si sono fatti affiancare da Malika Ayane, mentre Pelù ha voluto con sé Edoardo Bennato.
Fatte le dovute premesse, ecco la cronaca della serata.

Team Ax

Edo Sparks contro Raffaele Esposito. Cantano Updown funk di Mark Rons ft. Bruno Mars. Ax sceglie Raffaele, detto “Lele”, per il suo animo funk, e siamo d’accordo.

Chiara Iezzi contro Arianna Alvisi. Cantano Celebrity skin di Hole. Prestazione piuttosto anonima. Ax sceglie Arianna, privilegiando una ragazza che, contrariamente a Chiara, era alla sua prima occasione. Ma come lasciare fuori la “metà” di Paola & Chiara? Uno scontatissimo Francesco Facchinetti preme il tasto dello steal, portando la cantante nel suo team. Segue acceso scontro con Roby, all’oscuro delle intenzioni del figlio.

Ludovica Cola contro Nathalie Coppola. Cantano Quello che le donne non dicono di Enrico Ruggeri. Lo sappiamo dai sottotitoli, visto che dalla versione difficilmente lo avremmo capito. Vince Nathalie.

Luca Boccadamo contro Maurizio Musumaci. Cantano Sono = sono dei Bluvertigo. Loro sono il pesce d’aprile non solo della serata, ma dell’intera edizione 2015 di The Voice. Comunque, uno dei due doveva passare per forza, e infatti passa Luca.

Team Noemi

Keeniatta Baird contro Claudia Miele. Cantano Survivor’s delle Destiny’s child. Keeniatta ha una gran voce e una bella grinta. Giustamente Noemi decide di portarla avanti.

Roberto Pignataro contro Benny Pierri. Cantano Io amo di Fausto Leali, in una versione che dell’originale non conserva proprio niente. Molto simili, molto anonimi. Passa Roberto.

Nicol Manenti contro Dany Petrarulo. Cantano La compagnia di Lucio Battisti. Contrariamente a ogni pronostico, passa Dany, anche se noi crediamo che avrebbe meritato di più Nicol.

Massimiliano Marchetti contro Gregorio Rega. Cantano Part time lover di Stevie Wonder. Anche loro, molto simili. Noemi sceglie Gregorio.

Team Fach.

Alex Ceccotti contro Gianni Scardamaglio. Cantano La casa del sole, versione in italiano della celebre The house of the rising sun degli Animals. I due si somigliano molto e alla fine il Team Fach decide di puntare sul look e sulla cresta rossa di Alex.

Clelia Granata contro Alessia Labate. Cantano Price tag di Jessie J. I Facchinetti non sono per niente soddisfatti dalla loro esibizione e scelgono Alessia.

Cli contro Alberto Aj Summers. Cantano Airplanes di B.O.B. Si tratta di due tra i cantanti più forti del Team Fach. Alla fine, l’energia di Alberto prevale, ma entra in gioco Piero Pelù, che salva Cli, con il suo primo steal.

Sofia Mancino contro Chiara Dello Iacovo. Cantano La mia storia tra le dita di Gianluca Grignani. Ammetto di essere di parte. Tifo Chiara dalla sua prima esibizione quando, suonando il pianoforte, ha portato sul palco di The Voice una canzone di Daniele Silvestri. I Facchinetti non sono mai stati così in disaccordo per una scelta, tanto da abbandonare per qualche secondo la doppia poltrona nello studio per discutere della decisione. Alla fine, Francesco ha la meglio sul padre: passa Chiara.

Team Pelù

Davide Fusaro contro Alessandra Salerno. Cantano Ain’t no sunshine di Bill Withers. Lei è  indubbiamente una spanna sopra, tuttavia credo che una buona dose di umiltà per una cantante che ancora deve dimostrare praticamente tutto non le farebbe male. Prevedibilmente, Pelù la sceglie e, altrettanto prevedibilmente, Ax e Noemi si danno battaglia per lo steal di Davide. Lui sceglie J-Ax, che già lo avrebbe voluto durante le Blind auditions

Valerio Miglietta contro Marco De Vincentiis. Cantano La torre di Babele di Edoardo Bennato. Pelù sceglie Marco. Basandomi sulla qualità, avrei optato per una scelta diversa, ma è corretto che a essere privilegiati siano i cantanti giovani che non hanno ancora avuto l’occasione di mettersi in mostra.

Mariangela De Santis contro Luca Gagliano. Cantano Il tempo di morire di Lucio Battisti. E se in questo caso la moglie di Battisti avesse qualcosa da ridire, le daremmo pienamente ragione. Pelù sceglie Luca, il più meritevole. Ma anche per Mariangela si apre un duello tra Ax e Noemi, che questa volta ha la meglio sul rapper.

Riassumendo, ecco come sono formati ora i team.
Team Ax: Raffaele Esposito, Arianna Alvisi, Nathalie Coppola, Luca Boccadamo, Davide Fusaro (steal Team Pelù)
Team Noemi: Keeniatta Baird, Roberto Pignataro, Dany Petrarulo, Mariangela De Santis (steal Team Pelù), Gregori Rega
Team Fach: Alex Ceccotti, Chiara Iezzi (steal Team Ax), Alessia Labate, Alberto Slitti, Chiara dello Iacovo
Team Pelù: Alessandra Salerno, Marco De Vincentiis, Chiara Beltrame (steal Team Fach), Luca Gagliano

 

CONDIVIDI
Laura Berlinghieri
Nata a Venezia, ma vivo a Milano. Classe '93. Diploma al liceo scientifico-linguistico, ultimo anno di Giurisprudenza all'Università di Padova e un Erasmus in Spagna. Tanti interessi: dalla scrittura alla musica, dai viaggi alla politica. Musicista per diletto e aspirante giornalista. Prime collaborazioni con Max/Gazzetta dello Sport, Radio Base di Mestre, Young.it e NonSoloCinema.com. Giornalista pubblicista, da cinque anni inviata alla Mostra del Cinema di Venezia.