Se le canzoni diventano “graphic novel”

84
0

Era già successo qualche mese fa, a novembre 2014, con Outlaw Pete: una canzone di Bruce Springsteen trasformata in un graphic novel. La Simon & Schuster, infatti,  aveva pubblicato il libro illustrato della canzone che apre l’album Working on a Dream  con i disegni di Frank Caruso e testo, ovviamente, del Boss. L’operazione è riuscita talmente bene, che la casa editrice americana ha deciso di pubblicare un’altra canzone di Bruce, sempre illustrata da Caruso. Il brano questa volta è uno dei più diretti ed espliciti (tanto da sconfinare addirittura nel volgare) tra tutti quelli scritti da Springsteen. Si tratta di Reno, che fa parte dell’album Devils and Dust (2005) e che per primo, tra le canzoni di Bruce,  ha avuto il bollino del Parental Advisory (che sarebbe a dire che il linguaggio usato è alquanto forte).

La storia è quella di un uomo che si ritrova con una puttana in una stanza d’albergo di Reno, città del Nevada famosa per i suoi casinò, per i suoi divorzi lampo e perché la prostituzione è legale. Il protagonista è perplesso e distratto, non fa che pensare alla sua ex donna dalla quale – probabilmente – ha appena divorziato e di cui è ancora innamorato. Il rapporto che consuma con questa sconosciuta, che come prima cosa gli ha snocciolato un bel tariffario,  non fa che accrescere il suo dolore, la sua amarezza, il suo disorientamento.

Di sicuro – ha detto Bruce parlando di Reno in versione fumetto – non è una storia per bambini. E’ un libro illustrato, ma non esattamente un libro per ragazzi. Io credo fermamente che i ragazzi siano più evoluti di quello che noi adulti crediamo però lo dico sempre … caveat emptor (è un rischio del compratore, nda).

Credo che Reno – ha commentato invece Frank Carusovenga giudicata in maniera un po’ ingiusta, perché la gente si concentra tutta sul sesso e sugli aspetti sordidi della vicenda. Invece lavorare su questo testo ha dato a Bruce e a me la possibilità di focalizzare l’attenzione su quanto questa storia sia di per sé commovente, sul pathos e sulla bellezza delle parole, sull’interiorità del protagonista. Poi certo, la faccenda dei 250 dollari rimane… Ma Bruce è così: ha questa capacità straordinaria di portarci dal Paradiso alle fogne e viceversa in un’unica canzone“.

Reno in versione graphic novel uscirà a maggio e l’attesa è già molto alta. A seguire si parla di Long Time Comin’, previsto per l’estate 2015, e Pilgrim in the Temple of Love a Natale. Nel mezzo ci potrebbe essere anche Queen of the Supermarket,  praticamente  già pronto nella testa di Caruso con una protagonista che le fattezze a metà tra Betty Boop e Jessica Rabbit…

P.S. Per chi non conoscesse bene l’inglese, ecco il testo tradotto in italiano di Reno:

CONDIVIDI
Patrizia De Rossi
Patrizia De Rossi è nata a Roma dove vive e lavora come giornalista, autrice e conduttrice di programmi radiofonici. Laureata in Letteratura Nord-Americana con la tesi La Poesia di Bruce Springsteen, nel 2014 ha pubblicato Bruce Springsteen e le donne. She’s the one (Imprimatur Editore), un libro sulle figure femminili nelle canzoni del Boss. Ha lavorato a Rai Stereo Notte, Radio M100, Radio Città Futura, Enel Radio. Tra i libri pubblicati due su Luciano Ligabue: Certe notti sogno Elvis (Giorgio Lucas Editore, 1995) e Quante cose che non sai di me – Le 7 anime di Ligabue (Arcana, 2011). Uno (insieme a Ermanno Labianca) su Ben Harper, Arriverà una luce (Nuovi Equilibri, 2005) e uno su Gianna Nannini, Fiore di Ninfea (Arcana). Il suo ultimo libro, scritto con Mauro Alvisi, s'intitola "Autostop Generation" (Ultra Edizioni). Dal 2006 è direttore responsabile di Hitmania Magazine, periodico di musica spettacolo e culture giovanili.