Boom del vinile, in UK una chart dedicata

59
0

Nonostante la musica al giorno d’oggi sia sempre più liquida, grazie ai vari servizi come iTunes, Spotify, fino ai video di YouTube, c’è un vecchio leone che torna a ruggire, ed è il vinile.
Durante gli ultimi anni, infatti, sempre più persone stanno riscoprendo il piacere dell’ascolto degli album nello storico formato, e ormai moltissimi artisti, oltre al classico cd, danno alle stampe anche il caro vecchio LP.
Il fenomeno sta prendendo talmente piede che l’anno scorso in Inghilterra si è registrato un record di vendite per gli album su supporti in vinile, toccando quota 1,3 milioni di copie. Era da ben 18 anni, ovvero da quando il compact disc ha preso il sopravvento, che non se ne vendevano così tanti. E le previsioni per il 2015 prevedono un ulteriore incremento, che dovrebbe portare la quota a circa 2 milioni.
Per questo motivo il sito Officialcharts.com ha deciso di creare ben due classifiche ad hoc, entrambe settimanali, dedicate una ai singoli da 7″ e 12″ e una ai classici album LP.
Nella prima classifica distribuita troviamo in testa Noel Gallagher e i suoi High flying birds con Chasing yesterday (qui la recensione dell’album a cura del nostro Maurizio Solieri), in seconda posizione i Led zeppelin con la riedizione per il 40simo anniversario di Physical graffiti, e al terzo posto gli Arctic monkeys con Am. Spicca il settimo posto di The dark side of the moon dei Pink floyd, capolavoro capace di resistere agli anni e di trovarsi ancora ai piani alti di qualsiasi classifica mondiale dopo ben 42 anni dalla sua uscita e oltre 50 milioni di copie già vendute nel mondo.
Se leggendo vi è venuta voglia di tornare a sperimentare l’emozione di mettere il disco sul piatto e far frusciare la puntina del giradischi vi forniamo un’ottima occasione per farlo: fra tre giorni si celebra la festa del disco in vinile, ovvero il Record store day: qui potete trovare tutte le pubblicazioni previste e qui tutti gli eventi previsti in Italia. Buon divertimento!

 

CONDIVIDI
Andrea Giovannetti
Nato a Roma nel 1984, ma vivo a Venezia per lavoro. Musicista e cantante per passione e per diletto, completamente autodidatta, mi rilasso suonando la chitarra e la batteria. Nel tempo libero ascolto tanta musica e cerco di vedere quanti più concerti possibili, perchè sono convinto che la musica dal vivo abbia tutto un altro sapore. Mi piace viaggiare, e per dirla con le parole di Nietzsche (che dice? boh!): "Senza musica la vita sarebbe un errore".