Prima serata di Knock out a The Voice

119
0

Eccoci arrivati alla prima delle due serate di Knock out. Come suggerisce la parola, si tratta di un dentro o fuori, e chi è fuori non ha più speranze di rientrare nel programma: non ci sarà nessuno steal a salvarlo. Anche in questo caso, a sfidarsi sul ring sono due cantanti dello stesso team e a decidere chi portare avanti è il loro coach. Questa volta, però, sono i due concorrenti stessi a scegliere la canzone da portare sul palco, e le esibizioni sono separate. L’occasione è ghiotta: in palio c’è il passaggio ai live.
Ecco il nostro racconto.

Team Noemi

Amelia Villano contro Keeniatta Baird. La prima canta Senza pietà di Anna Oxa, mentre la seconda porta I have nothing di Whitney Houston. Keeniatta è forse la più bella voce dell’intero talent: padronanza assoluta, precisione, intensità. Giustamente, ha la meglio su Amelia.

Roberto Pignataro contro Mariané. Lui canta Wherever you will go dei The Calling e lei porta Dedicato di Ivano Fossati. Mariané è brava, ha una grande personalità ed un ego smisurato (caratteristica che pare essere imprescindibile a The Voice). Per questo, Noemi sceglie lei.

Thomas Cheval contro Gregorio Rega. Il primo canta Papaoutai di Stromae, il secondo Geronimo di Sheppard. A passare è Thomas.

Team Pelù

Luca Gagliano contro Alessandra Salerno. Lui canta Purple rain di Prince e lei La bambola di Patty Pravo, accompagnata dalla sua consueta autoharp. Ed entrambi riescono a rovinarle. Prevedibilmente, passa Alessandra.

Silvia De Santis contro Ira Green. La prima canta Se telefonando di Mina, mentre la seconda porta sul palco di The Voice Paranoid dei Black Sabbath. La potenza di Ira batte la precisione di Silvia.

Martina Liscaio contro Marco De Vicentiis. Lei canta Ma il cielo è sempre più blu di Rino Gaetano, lui porta Enjoy the silence dei Depeche Mode. A passare è quest’ultimo.

Team Ax

Nathalie Coppola contro Sara Vita Felline. Nathalie canta I’m yours di Jason Mraz, mentre la seconda porta Albachiara di Vasco Rossi. A passare è la sosia di Gianna Nannini: Sara Vita.

Luca Boccadamo contro Maurizio Di Cesare. Luca canta Ahi Maria di Rino Gaetano e Maurizio La la la di Naughty boy ft. Sam Smith. Il primo è il grande mistero di The Voice 2015: come può un personaggio del genere essere arrivato ai Knock out? Il secondo sarebbe pure bravo, ma sceglie una canzone difficile e non ce la fa proprio: stona e va fuori tempo. I coach però pare che non se ne accorgano proprio, e Roby Facchinetti arriva perfino a paragonarlo a Mina. Alla fine, comunque, è lui ad avere la meglio.

Team Fach

Alessia Labate contro Alex Ceccotti. La prima, accompagnata dalla sua chitarra acustica, canta Locked out of heaven di Bruno Mars, il secondo canta Perdere l’amore di Massimo Ranieri. Contro ogni pronostico, a passare è Alessia. Il pubblico non apprezza e fischia.

Sarah Jane Olog contro Chiara Iezzi. La prima canta Stay with me di Sam Smith; la metà di Paola & Chiara porta La voce del silenzio di Mina. Entrambe cantano veramente bene, ma a vincere è Sarah Jane.

Riassumendo, ecco come sono formati i team ora, in attesa della seconda puntata di Knock out
Team Noemi: Keeniatta Baird, Mariané, Thomas Cheval
Team Pelù: Alessandra Salerno, Ira Green, Marco De Vincentiis
Team Ax: Sara Vita Felline, Maurizio Di Cesare
Team Fach: Alessia Labate, Sarah Jane Olog

 

CONDIVIDI
Laura Berlinghieri
Nata a Venezia, ma vivo a Milano. Classe '93. Diploma al liceo scientifico-linguistico, ultimo anno di Giurisprudenza all'Università di Padova e un Erasmus in Spagna. Tanti interessi: dalla scrittura alla musica, dai viaggi alla politica. Musicista per diletto e aspirante giornalista. Prime collaborazioni con Max/Gazzetta dello Sport, Radio Base di Mestre, Young.it e NonSoloCinema.com. Giornalista pubblicista, da cinque anni inviata alla Mostra del Cinema di Venezia.