.

Festival del cinema di Cannes 2015,  dal 13 al 24 maggio. Ethan e Joen Coen presiedono la giuria del concorso, Isabella Rossellini quella del Certain Regard, Abderrahmane Sissako (Timbuktu) quella di Cinéfondation e Short Film.
Apertura La tête aute con la Denevue.
In competizione nella sezione principale la tripletta italiana: il fantasy colto di Garrone (Tale of Tales dal Cunto de li cunti di Basile), il nuovo Moretti (Mia madre), il ritorno di Sorrentino  con una produzione in inglese (Youth -La giovinezza), il guerriero Tamil di Jacques Audiard (Dheepan), la commessa di grande magazzino di Todd Haynes (Carol) , Matthew McConaughey nella foresta dei suicidi del Monte Fuji diretto Gus Van Sant (Sea of Trees), Denis Villeneuve (quello di Prisoners)  su una assassina della Cia (Sicario), Joachim Trier (non è parente di Lars…) sulla storia di una reporter di guerra (Louder Than Bombs) e Justin Kurzel  con il suo Macbeth interpretato da Michael Fassbender.
Nella sezione un Certain Regard torna Roberto Minervini ( due anni dopo Stop The Pounding Heart- Trilogia del Texas) con The Other Side, un docu sulla Louisiana
Fuori competizione il professore di filosofia innamorato di Woody Allen (Irrational Man), il ritorno di “Interceptor” firmato da George  Miller, Mad Max Fury Road,  Il piccolo principe di Saint Exupéry  riletto dal Mark Osborne di Kung Fu Panda e il nuovo film di animazione Pixar Inside Out.
Nella sezione di Mezzanotte  Amy, docu di Asif Kapadia (già autore di Senna) dedicato ad Amy Winehouse

 

 

 

 

CONDIVIDI
Marco Bacci
Marco Bacci scrive di cinema, tecnologia e libri. Ogni tanto scrive romanzi. È un ex di molti lavori