Il ritorno dei Chemical Brothers

94
0

Il nuovo album dei Chemichal Brothers si intitola Born in the echoes e uscirà il 17 luglio. Per i maestri della musica elettronica trascendente si tratta di un ritorno a cinque anni di distanza dall’ultimo lavoro Further. L’ottavo disco di studio dei Fratelli Chimici è una collezione di 11 brani prodotti, come nella loro tradizione, con processori analogici: acid e funk incontrano sintetizzatori distorti e riverberati.
Chemical Brothers_Born in the Echoes_Packshot_Standard.AWAlla realizzazione di Born in the echoes hanno partecipato numerosi collaboratori di grido come Q-Tip (in Go, primo singolo, che sarà accompagnato da un video diretto da Michel Gondry), Ali Love (EML Ritual), St. Vincent (Under Neon Lights), Cate Le Bon (Born In The Echoes) e Beck (Wide Open: questo brano è il primo lavoro inedito di Beck dopo Morning Phase, vincitore di un Grammy come miglior album).
Intanto sono state annunciate anche due date: il 1° luglio i Chemical Brothers saranno ospiti del’Hydrogen Festival di Piazzola sul Brenta (Padova) e il 2 saranno a Rock in Roma.
Partendo dai più piccoli club di Londra 23 anni fa, il duo formato da Ed Simons e Tom Rowlands è arrivato a essere il gruppo di punta della scena elettronica mondiale, tra i pochi artisti del genere capaci di riempire le arene e di scalare le classifiche di mezzo mondo.
I Chemical Brothers hanno ridefinito il concetto di musica elettronica dal vivo, grazie all’uso massiccio di immagini psichedeliche, laser e luci stroboscopiche, create con la collaborazione del visual artist Adam Smith e che danno vita ogni volta a show spettacolari, capaci di mandare in visibilio gli amanti del genere.

CONDIVIDI
Redazione
Spettakolo! nasce nel 2015 e si occupa di cinema, musica, travel, hi-tech. Alla Redazione di Spettakolo! collaborano varie figure del mondo del giornalismo (e non) desiderose di raccontare tutto ciò che per loro è "spettacolo" (appunto).