Frasi e Fumo: Nina Zilli fa tappa a Milano

158
0

Il Frasi e Fumo tour di Nina Zilli ha fatto tappa a Milano al Teatro Dal Verme. Un concerto leggero e divertente, dalla durata di due ore circa, un tempo sostenibile per qualsiasi pubblico. La platea è variegata, dai ragazzi giovani agli anziani, come la nonna del trombettista seduta accanto a me. Si inizia poco dopo le 21,00 con alcuni brani dell’ultimo album Frasi e Fumo. Una splendida Nina si presenta sul palco con un vestito bianco a motivi colorarti e canta Intro (Cirronembi), Frasi e Fumo e Luna Spenta. Non lascia molto spazio ai discorsi, le canzoni vengono infilate l’una dopo l’altra. Arriva finalmente Sola che con il crescendo durante il ritornello accende il pubblico che inizia ad essere più partecipe. “Questa canzone voglio dedicarla a tutte le persone che hanno coraggio di affrontare la solitudine”.

La scenografia è data unicamente dal fondale di luci presente dietro la scena, l’assenza del palco e la dimensione ridotta del teatro rendono intima l’atmosfera anche tra le ultime file, che poi così lontane non sono. L’orgoglio femminile viene messo in mostra, Penelope la introduce così: “Dedico questa canzone alle femmine che non hanno paura di niente, quando l’ho scritta ho pensato alle femmine, ma non quelle che sognano di diventare principesse, quelle pragmatiche, che però sono sognatrici e mettono il cuore in tutto quello che fanno”. La batteria non lascia fiato ed è subito la volta di Se Bruciasse la Città che fa cantare tutti, le atmosfere però vengono smorzate dalla pausa per il cambio d’abito.

Super ospite nella seconda parte del concerto è Mauro Pagani che suona il violino su Una Breve Vacanza e Lasciatemi Dormire, regalandoci anche un momento di dialogo musicale e improvvisazione tra il suo violino e il resto della band. Si chiude ballando con Nina Zilli che indossa la fantastica parrucca color turchino e un completo tutto nero, propone l’ultimo singolo Riprenditi le Lacrime e affida i saluti a You Shook Me All Night Long degli AC/DC. A dire il vero al posto dei saluti c’è il balletto di tutta la band, capitanata da Nina, su “Testa, spalla, gambe, piè”, e sono pure coordinati!

Questa la scaletta:

Intro (Cirronembi)
Frasi e fumo
Luna spenta
Sola
50Mila
L’Inferno
Dicembre
Fra il divano e le nuvole
Penelope
Se bruciasse la città
Per le strade
Dormi dormi
Tutto bene
Bellissimo
Per sempre
Una breve vacanza
Lasciatemi dormire
L’amore verrà
Bacio d’addio
#RLL
Lei dice
L’uomo che amava le donne
L’amore è femmina
You shook me all night long

CONDIVIDI
Matilde Ferrero
Vent'anni e un corso di studi a Milano. Soffro di Londonite da quando ho passato tre mesi nella capitale britannica e poi ho dovuto lasciarla. Una volta ho incontrato Paul McCartney, ma non l’ho riconosciuto.