Da Ligabue a Mondovisione: 25 anni di carriera in un murales

1080
0

Che i fan di Luciano siano bravi a organizzare le cose lo sanno ormai tutti da tempo; lo sa perfino il diretto interessato, che per sua stessa ammissione non sa più cosa deve aspettarsi da loro.
E devo dire che anche stavolta gliel’hanno fatta alla grande, la sorpresa per i suoi 25 anni di carriera…
L’organizzazione è partita subito dopo inizio anno. Il gruppo ideatore ha aspettato pazientemente che passasse il compleanno, ed ha lanciato l’iniziativa tra i fan, come al solito tramite un consolidato “passaparola” che ha ben presto raccolto i suoi frutti.
L’idea era quella di dedicare a Luciano un murales nella sua Correggio.
Si sente il Comune per le autorizzazioni, si definisce il luogo – segreto – si cerca l’artista.
Che si chiama Fabio Valentini, e che inizia a lavorare sui bozzetti.
Iniziano a circolare le prime notizie: c’è il plauso del Comune, che ha condiviso i bozzetti, e finalmente anche gli aderenti all’iniziativa possono vedere a cosa si sta lavorando!

Ecco qui di seguito il bozzetto in bianco e nero e quello a colori:

11075259_714290985349080_3708925565040621987_n

11143409_718207498290762_4272451050778987796_n

A questo punto, visto il genere di sorpresa (un murales, dedicato a Luciano, a Correggio… Non è che sia proprio la cosa più semplice da organizzare in segreto!), si tratta di decidere il come, il dove e il quando.
Il come è “di notte”, in modo che per quanto possibile nessuno lo veda; il dove credo abbia creato un minimo di riflessione in più: un muro grande, accessibile, centrale, che accogliesse chi viene a Correggio per il Liga.
E il quando?
In teoria la data ideale è l’11 maggio, data di uscita di Ligabue nel 1990.
Ma… Andrà bene? Andrà bene a tutti? E sarà di mattina o di pomeriggio o…?

E soprattutto …

Ci sarà Luciano?
Sull’ultimo punto, in particolare, l’interesse è inversamente proporzionale alla probabilità e alla possibilità da parte degli organizzatori di saperlo, ma la speranza tra i fan è la prima a nascere e l’ultima a morire.
Poi una settimana fa arriva la notizia: sarà domenica 10 maggio, appuntamento alle 11.30 davanti al Bar La Rocca, e poi da lì tutti insieme a scoprire il murales, alla presenza di Fabio e dei rappresentanti del Comune di Correggio.
E Luciano?
Niente. Non si sa. Sì. No. Boh? Dai, vedremo… Intanto andiamo!
E si va.
Alle 11.30 al Bar La Rocca è come stare in America il 4 luglio.

 11233141_10205667684844945_1659356769_o
Partono i saluti, si scoprono i partecipanti, l’emozione e l’attesa è tanta… Dove sia il murales è sotto gli occhi di tutti: lungo la discesa del parcheggio coperto di fronte al Bar La Rocca, all’inizio, anzi,  all’incrocio di via Asioli con Corso Mazzini c’è un lungo telone verde che copre il muro della rampa di accesso per tutta la sua lunghezza.

11256541_10205667684284931_828240157_n

Come posto è certo che chi viene a Correggio ci debba comunque passar davanti! È un bel muro, alto e lungo, spazio ce n’è in abbondanza!
Le organizzatrici sono in fermento, il resto della piccola folla pacifica che si è radunata pure. Arrivano i rappresentanti del Comune di Correggio, una degnissima rappresentanza e tutta al femminile per Luciano: il Sindaco Ilenia Malavasi, l’Assessore alle Attività Produttive Monica Maioli e Nadia Stefanel direttrice di Art Home.

11215989_10205667684404934_1973998675_n
E arriva il momento che capisci che Qualcosa sta succedendo: i vigili urbani transennano l’accesso, il comandante dei Carabinieri piglia il telefono e inizia a impartire disposizioni.
Senza bisogno che nessuno lo dica lo sanno tutti.
Luciano sta arrivando.
E arriva infatti, con la sua famiglia e l’inseparabile Luca Guerra.

10927984_10205667879329807_1427119704_n-1 11210316_10205667879369808_1456966402_n-1

I fan lo attorniano ma c’è rispetto per il momento e attenzione alla sua incolumità , e tutto resta come deve essere: una bella festa.
Prende la parola il Sindaco, che ringrazia tutti, poi la rappresentante del gruppo organizzatore.

132923752-cae55e2c-df15-4e16-850a-738eb3e68872

L’atmosfera è bella calda e festosa, Luciano si concede volentieri,come ogni volta la situazione è accogliente e familiare.
E si va a scoprire il murales.

Si solleva il telo verde e il murales finalmente appare agli occhi di tutti: Le copertine degli album che hanno fatto la carriera di Luciano si stagliano sul muro, coloratissime e brillanti.


C’è il tempo per i fiori alle rappresentanti del Comune e delle foto di gruppo, di Luciano e di tutti, Amministrazione Comunale compresa.

image-1

 

Luciano con il disegnatore e il gruppo organizzatore.

11101755_10205667879409809_1431884420_n

Parte del gruppo organizzatore e il disegnatore del murales, Fabio Valentini

 

11212326_10205667870169578_1956473476_n

Il gruppo organizzatore, le rappresentanti dell’Amministrazione Comunale del Comune di Correggio, il disegnatore del murales.

 

Per un “piccolo (grande) borgo” non capita spesso di fine sul “nazionale”:…

Buon inizio di festeggiamenti per i tuoi 25 anni di carriera Luciano! Direi che come inizio non è male!

CONDIVIDI
Chimena Palmieri
Sono Chimena Palmieri, classe 1963. Ho un diploma di Ragioneria, una Laurea in Sociologia, un lavoro presso l’Università Politecnica delle Marche. Ho un figlio, Francesco; ho amici, molti interessi e poche passioni. Sono nata a Castelfidardo, cresciuta a Numana, vivo ad Ancona: tutto in 30 chilometri, perché “Credo che la voglia di scappare da un paese con 20000 abitanti vuol dire che hai voglia di scappare da te stesso e credo che da te stesso non ci scappi neanche se sei Eddie Merx”.