Tutto non fa Paola

115
0

Premi, riconoscimenti e dischi d’oro. Ma tutto non fa Paola. Da due anni Laura è una donna sicura, completa, felicemente mamma. Una piccola magia che solo un figlio può regalare. Dall’8 febbraio 2013 il sorriso di Laura è più dolce, più sicuro. Merito di una figlia voluta, cercata, desiderata.

Ricordo ancora le lacrime di Laura all’ultima festa del fan club senza Paola: a commuoverla, fino a farla piangere, era stato l’abbraccio di una bimba salita sul palco per salutarla. Chissà quante ansie e quante paure nascondevano quelle lacrime. Ma Paola è arrivata e ha dato una luce nuova al sorriso di Laura. Paola, col suo pianto, è riuscita ad asciugare le ansie e le paure di una donna che desiderava diventare mamma. Ma Laura è anche una figlia.  E la lettera che oggi ha dedicato alla sua mamma è piena d’amore, piena di forza, piena di vita. Gianna, la colonna della famiglia Pausini, la “mamma” di tutti gli iscritti al fan club. Chi, come me, ha vissuto i primi successi di Laura, i primi raduni tra la Romagna e Milano, ricorderà benissimo quanto le parole di Gianna suonavano come quelle di una mamma, severa e dolce allo stesso tempo.

Mamma, tu sei la mia mamma dal primo momento che mi hai desiderata.
Tu sei la mia mamma per sempre.
Scusa se da piccola (e da grande) ti ho fatta arrabbiare, se ti ho dato dei dispiaceri o ti ho fatto soffrire. Gli occhi che hai in questa foto (ormai di quasi 2 anni fa), sono quelli che sono impressi nella mia mente ogni giorno. Tu sei quella luce, la più bella, la dolcezza più assoluta, la calma e la tempesta. Tu sei l’unica che mi sa sgridare. Tu sei l’unica che mi giustifica davvero. Questa canzone di qualche disco fa è per te anche oggi perché è la Tua festa.
Quanto mi sei stata vicina quando ero una bimba e quanti sacrifici hai fatto e fai ogni giorno per me! Mi ricordo quando ti ho detto che ero incinta e tu mi hai guardata come forse hai fatto anche il giorno che mi hai vista nascere. E’ stata la gioia più grande per noi due, più complici che mai da quel momento.
Mamma, Grazie, ogni volta che mi sveglio so che tu sei con me anche se in una città diversa.
Ogni volta che sento un applauso mentre canto so che tu sei li, perché se vivo quello che vedo è anche grazie all’educazione che mi hai dato: sei la mia maestra e il mio punto di riferimento.
Sei semplicemente la cosa che c’è più vicina a Dio, Sei la mia Mamma.
Auguri, Ti Amo
Laura

Gianna, Laura e Paola. Tre donne, tre storie che si intrecciano. A Gianna e Laura, buona festa della mamma.

CONDIVIDI
Maria Antonietta Izzinosa
D’inverno addetto stampa per professione, d’estate canoista per passione nelle acque del Cilento. In mare osservo tutto e tutti da una prospettiva privilegiata, e quando mi stanco di remare mi faccio trascinare dalle onde. Praticamente quello che mi succede tutti i giorni. Di sera accendo il pc e scrivo articoli da pubblicare qua e là.