Ligabue: “Giro del mondo” è disco di platino

43
0

Giro del mondo, l’ultimo album live di Ligabue, ha appena ricevuto la certificazione di disco di platino dalla FIMI per le oltre 50.000 copie vendute.
L’album che al momento si trova in terza posizione nella classifica degli album più venduti, dopo 5 settimane di permanenza, fotografa tutto il Mondovisione tour, partendo dai concerti negli stadi della scorsa estate fino a quelli in giro per i club tra America e Asia, con l’aggiunta di 4 inediti.
Ci sono ben tre versioni disponibili:
2 cd + 1 dvd (2 cd con 20 brani dal vivo e 4 nuove canzoni + 1 dvd con 20 brani dal vivo)
3 cd + 2 dvd (3 cd con 32 brani dal vivo e 4 nuove canzoni + 2 dvd con 32 brani dal vivo e i 6 videoclip di “Mondovisione”)
3 cd + 1 blu-ray (3 cd con 32 brani dal vivo e 4 nuove canzoni + 1 blu-ray con 32 brani dal vivo e i 6 videoclip di “Mondovisione”)
Dal prossimo martedì 26 maggio sarà inoltre disponibile la versione in vinile, che conterrà 3 LP (con 20 brani dal vivo e 4 nuove canzoni)
Mondovisione, l’album di inediti da cui è tratto questo live, è ancora in classifica dopo ben 77 settimane e si trova alla posizione numero 74, e proprio due settimane fa, in collegamento con Che tempo che fa di Fabio Fazio, Luciano ha ricevuto il riconoscimento per i 7 dischi di platino conquistati dall’album, che ha raggiunto le 350.000 copie vendute, diventando così il disco più venduto in Italia dal 2013 ad oggi.
Nel frattempo cresce l’attesa per il concerto che Luciano terrà a Campovolo il 19 settembre, dove ripercorrerà tutta la sua carriera, suonando per intero il primo album, Ligabue, coi Clandestino, Buon compleanno Elvis, con La banda, più tutti i suoi successi, per quello che è già stato annunciato come il concerto più lungo di tutta la sua carriera.

CONDIVIDI
Andrea Giovannetti
Nato a Roma nel 1984, ma vivo a Venezia per lavoro. Musicista e cantante per passione e per diletto, completamente autodidatta, mi rilasso suonando la chitarra e la batteria. Nel tempo libero ascolto tanta musica e cerco di vedere quanti più concerti possibili, perchè sono convinto che la musica dal vivo abbia tutto un altro sapore. Mi piace viaggiare, e per dirla con le parole di Nietzsche (che dice? boh!): "Senza musica la vita sarebbe un errore".