My Passport Ultra. 3 Tera in tasca

31
0

Nel nostro pc “storiamo” di tutto: dai file musicali ai documenti personali e di lavoro, dalle foto ai video ai codici di accesso ai conti correnti. Gli hard disk esterni oltre a essere ideali per incrementare la memoria del pc o del notebook – e per trasportare e condividere i nostri dati – sono essenziali soprattutto per la sicurezza perchè rendono immediato e semplice eseguire il backup ovvero la copia dei nostri file per recuperarli in caso di rottura, attacco di malware, perdita o furto del computer. My Passport Ultra di Western Digital, la famiglia di hard drive portatili più venduta al mondo, ampia la capacità, dispone di un software di backup aggiornato e ancora più semplice da utlizzare e offre nuove cover personalizzabili. Giunti alla settima generazione, My Passport Ultra e My Passport for Mac, ora con capacità di storage da 3TB, 2TB, 1TB e 500GB, sono disponibili in quattro colori:­ Classic Black, Brilliant White, Wild Berry e Noble Blue. Da WD anche un’ulteriore possibilità di personalizzazione con un nuovo accessorio: WD Grip Pack. E’ una specie di mini “airbag” che protegge il My Passport Ultra dagli urti e può essere scelto in cinque varianti di colore colori (rosa, viola, blu, grigio e nero) che, abbinati alle quattro tonalita’ dei dischi My Passport generano fino a 20 possibili combinazioni di colore. WD Grip Pack è abbinato a un cavo piatto USB 3.0 da 45cm dello stesso colore. Tutti i My Passport Ultra sono dotati di crittografia hardware (256­bit AES) che offre un livello elevato di sicurezza senza influire sulla velocità di scrittura né appensantire l’attività del pc. In pratica se il My Passport Ultra dovesse finire nelle mani sbagliate, perchè lo avete perso o ve lo hanno rubato, nessuno potrà accedere ai vostri dati perchè la crittografia – e una password impostata dall’utente – protegge file e cartelle. La compatibilità USB 3.0 rende superveloci il trasferimento dei dati. My Passport Ultra e My Passport for Mac costano da 79,99 a 299,99 Euro a seconda della capacità.

CONDIVIDI
Walter De Pace
Sono nato a Milano. Negli anni 80, laureato in filosofia, ho iniziato come copywriter all’Ufficio Pubblicità  di Rizzoli Libri.  Negli anni 90 ho collaborato con l’Europeo  - novità tecnologiche - e successivamente con Brava Casa, Anna, Milleidee e Max. All’inizio del nuovo secolo, addetto stampa alla start up che ha creato RCS WEB, ho continuato  a scrivere su Max,  con contributi al mitico spin off tecnologico Max 2.0 ora da collezionisti. Collaborazione proseguita in Gazzetta dello Sport.it.  Dal 2009 al 2012 ho scritto anche sul  mensile filosofico scientifico KOS. Il mio avatar l’ha  scelto mia figlia Irene, con la quale condivido l’idolatria per Bob Dylan, ma che non sopporta la mia passione per le opere di Mozart.