Big surprise! Guido Elmi pubblica un disco tutto suo

1558
0

La maggior parte di voi lo conosceranno come lo storico produttore di Vasco Rossi. Ora, Guido Elmi ha deciso di mettersi in gioco in una nuova veste, realizzando il suo primo album da solista. Ad anticipare il disco è il singolo It’s a beautiful life, scritto, prodotto e arrangiato a quattro mani dallo stesso Elmi e da Vince Pàstano, attuale chitarrista del Blasco. Al pezzo ha partecipato anche il giovane rapper statunitense Rockwell Knuckles.
COVER_GuidoElmiIl testo racconta la vita di un manager rampante, il cui vocabolario trabocca di parole mutuate dalla lingua inglese. Un brano-denuncia, da un lato, quindi, ma anche di approvazione perché, nonostante tutto, It’s a beautiful life.
In un’atmosfera ai limiti dell’onirico, aiutata da un videoclip dichiaratamente ispirato alla filmografia di David Lynch, i richiami a letteratura e cinema sono continui: da American psycho di Bret Easton Ellis, a Brightness falls di Jay McInerney, passando per il romanzo Bonfire of the vanities di Tom Wolfe, da cui fu tratto Il falò delle vanità di Brian De Palma.
Per quanto riguarda il singolo, un lavoro iniziale di Elmi estremamente minimal (tratto che, nonostante gli intrecci che permeano il pezzo, contraddistingue l’intera canzone): un loop elettronico, qualche suono di sintetizzatore e due lick di chitarra. Basandosi su questo, Vince Pàstano ha inserito intrecci armonici e contrappunti melodici, ai quali Elmi ha unito, in ultima fase, nuovi loop elettronici, un paio di synth bass e una fuzz-guitar.
Come dicevamo, It’s a beautiful life è la traccia che anticipa il nuovo album, che consterà di una decina di pezzi. Il singolo sarà disponibile dal 10 giugno per la Liquido Records.

CONDIVIDI
Laura Berlinghieri
Nata a Venezia, ma vivo a Milano. Classe '93. Diploma al liceo scientifico-linguistico, ultimo anno di Giurisprudenza all'Università di Padova e un Erasmus in Spagna. Tanti interessi: dalla scrittura alla musica, dai viaggi alla politica. Musicista per diletto e aspirante giornalista. Prime collaborazioni con Max/Gazzetta dello Sport, Radio Base di Mestre, Young.it e NonSoloCinema.com. Giornalista pubblicista, da cinque anni inviata alla Mostra del Cinema di Venezia.