Insidious 3. L’inizio. il prequel della paura

Terzo Insidious della serie. Quel che avvenne prima del primo

77
0

Insidious 3. L’inizio
di Leigh Whannell
con Dermot Mulroney, Stefanie Scott, Angus Sampson, Leigh Whannell, Lin Shaye
Voto 6+

Nei film della serie Insidious del regista James Wan (Saw, Paranormal Activity, The Evocation ma anche Fast&Furious7) ci sono case dove scorrazzano nel buio tipi in decomposizione, fantasmi, demoni e oggetti che vanno e vengono tra qui e l’Altrove fino a che non intervengono specialisti del paranormale. Nel primo Insidious, dove era nei guai la famiglia Lambert, gli specialisti (un terzetto composto da due geek del paranormale da internet e da un’anziana medium) decretavano che stregato era il bambino dei Lambert  e non la casa. Nel secondo Insidious (Oltre i confini del male) la famiglia Lambert tornava nei guai per la gioia del botteghino. In questo terzo, che è diretto dallo sceneggiatore dei primi due,  Leigh Wannell, si prova il prequel. Nel primo tempo la medium Elise Rainier viene chiamata in aiuto da una ragazzina neo orfana che volendo contattare mammà ha aperto le porte dell’aldilà (scusate, dell’Altrove) e  si gioca di buio e soprassalti. Nel secondo tempo entrano in campo i Ghostbusters da Web Serial, così sappiamo come si è formato il terzetto e il gioco si fa più giocattoloso, e rientrano l’elettronica,  le videocamere a immagine notturna che fanno tanto horror casalingo e le battutacce. Nel secondo tempo fa paura la mancanza di spaventi. E il finale porta verso il primo Insidious.

CONDIVIDI
Marco Bacci
Marco Bacci scrive di cinema, tecnologia e libri. Ogni tanto scrive romanzi. È un ex di molti lavori