Ecco il video ufficiale di “Non ho che te”

149
0

E’ uscito oggi il video del nuovo singolo di Luciano, Non ho che te.

Già il Lyric Video aveva fatto la sua comparsa nei giorni scorsi, e Eventi Digitali aveva preannunciato l’arrivo del video ufficiale.

Il video ufficiale dà l’esatta trasposizione visiva della canzone.

Immagini amare, dove il senso di inutilità traspare da ogni dove. Dove i visi si nascondono per la vergogna, dove andarsene sembra essere l’unica via di salvezza. Immagini purtroppo familiari, visti i tempi che corrono e le innumerevoli similari esperienze che ognuno di noi può contare tra amici, parenti e conoscenti.

Dove la voglia di reagire si affaccia in qualche sprazzo di vitalità, dove la cappa di piombo che avvolge la speranza di chi non ha un lavoro rischia di far mancare l’aria, il respiro, il futuro, in una sequenza di giorni tutti uguali e senza fine, e senza la luce della dignità.

Non a caso il protagonista è un uomo: che la disoccupazione è grave per tutti, che il danno economico è danno per tutti, ma è altrettanto indubbio che è la figura maschile quella che fino ad oggi, storicamente, vede legata alla propria espressione del sé anche quella del capofamiglia… E se il capofamiglia perde il lavoro perde il suo ruolo, non “serve” più a niente: è questa sensazione di angoscia che annienta il protagonista la parte più forte di questo video.

Ognuno di noi, alla fine del video, aspetterà con le sue aspettative e deciderà con le sue convinzioni cosa succederà il giorno dopo. Se sarà un nuovo giorno, o un giorno nuovo.
Dalla descrizione del video sul canale Youtube di Luciano:

Dario è un operaio. Fa colazione con sua moglie Sara ed esce per andare in fabbrica. In un lunedì che sembrava uguale a tanti altri, Dario si ritrova, improvvisamente, senza il lavoro. Anche per il titolare della fonderia il licenziamento degli operai è un momento drammatico di grande sofferenza.

Una settimana intera della nuova vita di Dario è caratterizzata da difficoltà di interazione con Sara, gli amici, il fronteggiare un’inedita solitudine.

Un ritratto crudo che ci costringe a vivere attraverso i suoi occhi il dolore, il senso di inadeguatezza, la fragilità di uno scenario purtroppo molto diffuso e logorante.

Il videoclip di “Non Ho Che Te”, secondo inedito estratto dall’album live “Giro del Mondo” uscito lo scorso aprile (https://itunes.apple.com/it/album/gir…), è stato diretto da Cosimo Alemà (più volte dietro alla macchina da presa nella recente videografia dell’artista) e prodotto dalla 999 Films in collaborazione con Eventidigitali Films.

Il linguaggio del video è un “neorealismo” di sapore profondamente cinematografico. I protagonisti sono Patrizio La Bella e Maria Pia Calzone (“Gomorra”), con la partecipazione di Francesco Siciliano (“La Santa”) nelle vesti del capo di Dario.

Le location scelte dal regista comprendono la Fonderia Romana, la spiaggia dei “bilancioni” di Fiumicino e alcune aree urbane di Roma, periferie che potrebbero essere di qualsiasi grande città italiana. Il playback di Ligabue è stato girato da Riccardo Guernieri durante l’incisione del brano presso lo Studio 606 di Los Angeles, dove è in funzione lo storico mixer dei Sound City Studios (Nirvana, Fleetwood Mac, Rage Against The Machine, Foo Fighters e molti altri). “

L’immagine di copertina è di Jarno Iotti.

CONDIVIDI
Chimena Palmieri
Sono Chimena Palmieri, classe 1963. Ho un diploma di Ragioneria, una Laurea in Sociologia, un lavoro presso l’Università Politecnica delle Marche. Ho un figlio, Francesco; ho amici, molti interessi e poche passioni. Sono nata a Castelfidardo, cresciuta a Numana, vivo ad Ancona: tutto in 30 chilometri, perché “Credo che la voglia di scappare da un paese con 20000 abitanti vuol dire che hai voglia di scappare da te stesso e credo che da te stesso non ci scappi neanche se sei Eddie Merx”.