La prima tappa del tour estivo di Fiorella Mannoia al Padova Pride

352
0

E’ uno spazio gremito, quello della Fiera di Padova, che ieri ha ospitato la prima tappa del tour estivo di Fiorella Mannoia all’interno della manifestazione del Gay Pride. Concerto con diverse variazioni rispetto al tour invernale, e presentato in una versione ridotta rispetto a quello che terrà impegnata la cantante romana durante tutta l’estate.
Il concerto è impostato sull’ultimo album in studio della Mannoia, Fiorella, ricco di cover e dei brani che hanno fatto la storia dell’artista. A spiccare è l’eterogeneità degli stili, aiutata da una band composta da musicisti di prim’ordine. Filo conduttore della serata è il pop, ma diverse sono le incursioni nel mondo del jazz e del folk, il tutto permeato da una grande raffinatezza. Una serata-omaggio agli artisti che hanno reso grande la musica italiana. A partire da Adriano Celentano, interprete di Un bimbo sul leone, primo pezzo della serata e prima canzone a essere stata interpretata in pubblico dalla Mannoia (Festival di Castrocaro, correva l’anno 1968). E poi naturalmente Ivano Fossati e Enrico Ruggeri, autore di quello che probabilmente è il pezzo più famoso della Mannoia: Quello che le donne non dicono.
Un concerto non fatto di sola musica, ma anche di parole. Quelle di Fiorella, per presentare alcune tra le sue canzoni più importanti. Ma, soprattutto, quelle rivolte al pubblico del Gay Pride per introdurre Il cielo d’Irlanda: il cielo di un paese di cui non si era mai parlato molto, ma che negli ultimi tempi è tornato agli onori della cronaca, per darci una grande lezione di civiltà (il riferimento, naturalmente, è alla recente legge di approvazione dei matrimoni gay).
A concludere il concerto in grande stile è l’evergreen di Paolo Conte Via con me, con una lunga coda strumentale.
PS: Rimanete sintonizzati: l’appuntamento per la videointervista di Spettakolo.it a Fiorella Mannoia è alla settimana prossima!

Ecco la fotogallery della serata, a cura di Andrea Giovannetti

Ecco la scaletta del concerto:

1) Un bimbo sul leone
2) Caffè nero bollente
3) Come si cambia
4) Amore bello
5) Quello che le donne non dicono
6) Le notti di maggio
7) Sempre per sempre
8) Boogie
9) Messico e nuvole
10) In viaggio
11) Cercami
12) Il tempo non torna più
13) Sally
14) Io non ho paura
15) Le parole perdute

BIS

16) La casa in riva al mare
17) Il cielo d’Irlanda
18) Via con me

CONDIVIDI
Laura Berlinghieri
Nata a Venezia, ma vivo a Milano. Classe '93. Diploma al liceo scientifico-linguistico, ultimo anno di Giurisprudenza all'Università di Padova e un Erasmus in Spagna. Tanti interessi: dalla scrittura alla musica, dai viaggi alla politica. Musicista per diletto e aspirante giornalista. Prime collaborazioni con Max/Gazzetta dello Sport, Radio Base di Mestre, Young.it e NonSoloCinema.com. Giornalista pubblicista, da cinque anni inviata alla Mostra del Cinema di Venezia.