I dieci concerti di Vasco che non dimenticherò mai

1919
1

Avvertenza per i lettori: quella che segue non è la classifica dei dieci concerti più belli di Vasco. Quelli del 2007 erano bellissimi ad esempio, una scaletta fantastica. Eppure non ci sono. Quella che segue è solo la classifica dei concerti che io, per svariati motivi, in alcuni casi personali in altri legati al contesto e non solo a Vasco, non dimenticherò mai. Dalla decima alla prima posizione. Se qualcuno vuole a sua volta cimentarsi, si sbizzarrisca nello spazio commenti.

10) 2 ottobre 2009 Mantova – Palabam: Il ritorno di Vasco nei palasport, dopo la bellezza di tredici anni. Un evento talmente inaspettato che finisco con il commuovermi su Occhi blu, ma vi pare possibile?

9) 4 agosto 1996 Sanremo – Stadio Comunale: Vasco nella città del ponente ligure dove ha vissuto tappe fondamentali della sua carriera. Questa volta però al campo sportivo, per di più incredibilmente mezzo vuoto. Eppure era un gran periodo quello. Per Vasco e per me.

8) 10 agosto 1989 Sestri Levante – Stadio Sivori: Se la prima volta non si scorda mai, questo concerto deve per forza di cose entrare in classifica. Appena maturato mi cimento in una trasferta di ben sei chilometri. E pensare che allora sembrava normale vedere Vasco in una qualsiasi cittadina di provincia.

7) 1° maggio 2009 Roma – Piazza San Giovanni: A che ora tramonta il sole? Ho fame, ho sete, mi fanno male i piedi. La giornata in assoluto più stancante al seguito del Blasco. Per poi (non) vederlo per 40 minuti a due chilometri di distanza. Eppure bisognava esserci.

6) 3 giugno 2005 Grado – Campo sportivo: L’evento, tra quelli a cui ho partecipato, meglio organizzato dal fan club. Una data zero iniziata nel pomeriggio con la presentazione di un dvd e finita la sera con il concerto. In un paese che non conoscevo e davvero bellissimo.

5) 9 luglio 2008 Locarno – Piazza Grande: Mangiare un gigantesco piatto di gnocchi e poi salire in cima al monte con la funivia. Per poi sentire Vasco cantare “che cosa me ne frega della Svizzera“. In Svizzera. Sublime.

4) 8 luglio 1995 Milano – Stadio San Siro: La mia prima volta a San Siro, quattro chitarre sul palco, scaletta straordinaria. Una battaglia infinita per tutta la giornata, ma quante emozioni. Poi la notte in stazione grazie al simpatico sciopero dei ferrovieri.

3) 20 giugno 1998 Imola – Autodromo: Un caldo africano, le docce come un carnaio, spazi enormi, un’attesa infinita, la folla più incredibile che avessi mai visto in vita mia. Tutto questo e molto altro è stato il mio primo concerto ad Imola. Tutto scolpito nella memoria.

2) 11 maggio 1993 Genova – Palasport: Quello del ’93, a mio modesto parere, è stato il Vasco migliore di sempre. Quella sera il palasport era una bolgia, l’aria era carica di energia, che dalla platea saliva sul palco, per poi tornare indietro. Ed io ero felice.

1) 12 giugno 1999 Perugia – Stadio Curi: Dodici giorni dopo la morte di Massimo Riva, un’atmosfera così insolita da non sembrare vera. Una festa triste, struggente ed indimenticabile. Per buon peso, dopo il concerto la notte passata all’addiaccio perché l’ostello ci aveva chiuso fuori. Perugia di notte è meravigliosa, ma fa freddo anche a giugno.

CONDIVIDI
Marco Pagliettini
Nato a Lavagna (GE) il 26 luglio 1970, nel giorno in cui si sposano Albano e Romina, dopo un diploma in ragioneria ed una laurea in economia e commercio, inizio una brillante (si fa per dire) carriera come assistente amministrativo nelle segreterie scolastiche della provincia di Genova e, contemporaneamente, divorato dalla passione del giornalismo, porto avanti una lunga collaborazione con l’emittente chiavarese Radio Aldebaran e il quotidiano genovese Corriere Mercantile. Dal 2008 curo il blog Atuttovasco.
  • Maurizio Casaletti

    1 Berlino 2010
    2 sansiro 2003
    3 Imola 1998
    4 Locarno 2008
    5 Imola 2005
    6 Verona 2007
    7 1 maggio 2009
    8 Genova 1999
    9 Genova 1996
    10 Bologna 2013