Big Game – Caccia al Presidente. Da impagliare

Presidente Usa caduto in Finlandia, preda di due tipi di cacciatori

20
0

Big Game – Caccia al Presidente
regia Jalmari Helander
con Samuel L. Jackson, Onni Tommila, Ray Stevenson, Victor Garber, Felicity Huffman.
Voto 6

Finlandia. Oskari figlio di Tapio, grande cacciatore,  il giorno del suo 13° compleanno compie il rito di passaggio al mondo adulto e viene lasciato nella foresta per uscirne con una preda,  prova che ormai è un uomo e un cacciatore. Nello stesso giorno l’Air Force One, l’aereo che porta Potus (in codice President Of The United States) viene sabotato da un agente dei servizi corrotto e il presidente viene lanciato con una capsula di sopravvivenza nella foresta finlandese e lì braccato da un gruppo di terroristi che hanno prenotato la battuta di caccia Big Game.  Il giovane cacciatore trova il presidente e lo porta in salvo dopo una serie di scene d’azione non del tutto implausibili come quelle a cui gli effetti speciali ormai ci hanno abituato. Il film è un condensato di avventura disneyana nella natura, retorica dell’accettazione nel mondo degli adulti, cinismo su chi abita i centri del potere e qua e là qualche idea orecchiata da Spielberg. L’ultimo che ci ricordiamo essere andato a salvare un presidente in una capsula di sopravvivenza era Jena Plissken in 1997 Fuga da New York (al confronto, un film anarchico). Se trovate un presidente Usa in una capsula il codice per aprire è 1492, come la scoperta dell’America.

 

CONDIVIDI
Marco Bacci
Marco Bacci scrive di cinema, tecnologia e libri. Ogni tanto scrive romanzi. È un ex di molti lavori