Mercato musicale in crescita nel primo semestre 2015

34
0

Ottimi segnali per la musica in Italia, come riportato dai dati sviluppati da Deloitte per FIMI, la Federazione dell’Industria Musicale Italiana.
Nel primo semestre del 2015, il mercato musicale è cresciuto complessivamente del 22% arrivando a 65,5 milioni di euro, mentre nel 2014 la cifra si era fermata a 53,6 milioni.
Il segmento CD è cresciuto del 21%, trainato soprattutto dall’ottima performance della musica italiana (+93%).
Torna in auge il vinile, grazie anche alla spinta dell’e-commerce, con una crescita del 72%, attestandosi al 4% totale del mercato.
Il comparto fisico (cd+vinile) ha mantenuto la stessa percentuale rispetto all’anno scorso, rappresentando il 57% del mercato con 37,3 milioni di euro.

In crescita anche il comparto digitale, trainato dagli album (+12%), che porta il download totale ad un +6%, con 10,8 milioni di euro.
Lo streaming (audio e video) dimostra di prendere sempre più piede, come una delle forme più in voga per ascoltare musica, soprattutto in mobilità, facendo segnare un +37% che lo porta a rappresentare un quarto del mercato totale ed il 62% del digitale.
L’intero comparto digitale (streaming+download) rappresenta quindi il 43% del mercato, generando 28,1 milioni di euro.

datifimi-primosemestre2015

CONDIVIDI
Andrea Giovannetti
Nato a Roma nel 1984, ma vivo a Venezia per lavoro. Musicista e cantante per passione e per diletto, completamente autodidatta, mi rilasso suonando la chitarra e la batteria. Nel tempo libero ascolto tanta musica e cerco di vedere quanti più concerti possibili, perchè sono convinto che la musica dal vivo abbia tutto un altro sapore. Mi piace viaggiare, e per dirla con le parole di Nietzsche (che dice? boh!): "Senza musica la vita sarebbe un errore".