Squadra che vince? Nelle serie tv si cambia, eccome

18
0

Squadra che vince non si cambia? Forse funziona così nel calcio, ma nelle serie tv no. La dimostrazione è arrivata in primis dalla nuova stagione di True Detective (in esclusiva e in contemporanea USA su Sky Atlantic HD con il primo episodio in lingua originale andato in onda alle 3.00 della notte tra il 21 e il 22 giugno e in italiano alle 21.10 del lunedì successivo): la serie ha lasciato a casa la coppia McConaughey – Harrelson per portare in scena Colin Farrell e Vince Vaughn, affiancati da Rachel Adams (già vista in Midnight in Paris di Woody Allen e presto in Sotto il cielo delle Hawaii, accanto a Emma Stone e Bradley Cooper) e Taylor Kitsch, notato in X-Men Le Origini. Rivoluzione totale quindi, anche nella location, si passa infatti dalla Louisiana alla California.
Dalle indagini al medical drama Grey’s Anatomy dove una clamorosa new entry stravolgerà i fan, o meglio, le fan: Martin Henderson, attore neozelandese visto ad esempio nel film Giovani aquile, prende il posto del dott. Stranamore Patrick Dempsey. Lui sarà il protagonista della dodicesima stagione in arrivo nel 2016. Anche la quinta stagione di Homeland avrà delle novità nel cast. Sono stati infatti scritturati Miranda Otto (La sottile linea rossa o Il Signore degli Anelli), Sebastian Koch, Alexander Fehling (Bastardi senza gloria) e Sarah Sokolovic.
New entry tutte al femminile per la seconda stagione di Gomorra che dall’aprile 2016 porterà sulle scene Cristiana Dell’Anna nelle vesti di Patrizia, informatrice per Pietro Savastano e Cristina Donadio, Annalisa, nuova reggente della piazza di spaccio della sua famiglia.
Ritornando in territorio americano, due nuovi protagonisti per il prossimo Fargo: Kirsten Dunst e Jesse Plemons. La storica fidanzata di Spiderman sarà Peggy Blomquist, un’estetista che sogna le luci della metropoli, mentre l’aiuto cuoco della serie Breaking Bad sarà Ed Blomquist, il marito di Peggy. Purtroppo nessun rumors sulla quarta stagione di House of Cards e sulla sesta di Games of Thrones.

CONDIVIDI
Tobia Dell'Olio
Sono del '68 e ascolto musica da sempre. La mia prima cassetta aveva sul lato a gli Alan Parson Project e sul b gli Imagination. Poi nel '79 la folgorazione grazie (infinite grazie, tantissime grazie!) all'insistenza di mio fratello: i Pink Floyd. Non contento negli anni successivi mi portò a spasso anche nel jazz e nella fusion. Da lì non mi sono più fermato, divorando ogni giorno musica e con la possibilità di farla ascoltare a tantissima gente grazie alla radio. Lavoravo infatti come speaker e mettevo "on air" la musica che più mi piaceva, senza imposizioni. Poco dopo ho iniziato a scrivere di musica e da circa 6/7 anni anche di serie tv e ho deciso di coinvolgervi in questa doppia mia passione.