Ex Machina
di Alex Garland
con Domhnall Gleeson, Oscar Isaac, Alicia Vikander, Sonoya Mizuno, Chelsea Li.
Voto 7 e mezzo

Ex Machina è una bella scommessa. Un genio dell’informatica ricchissimo brillante ed eccentrico, Oscar Isaac, offre una vacanza premio nella sua villa ultra hi-tech mimetizzata nei boschi al più bravo dei suoi programmatori, Domhnall Gleeson. Isaac, a metà strada tra il fondatore di un motore di ricerca e un satrapo maniaco di indovinelli, gli propone di applicare il test di Turing a una splendida ragazza sintetica. Il test di Turing consiste nel distinguere alla cieca un’intelligenza artificiale da una umana. Qui l’intelligenza sai che è artificiale (gli effetti speciali non nascondono nulla delle nudità tecnologiche della bella sintetica), ma devi capire se sta diventando indistinguibile da quella umana o forse più che umana. I giorni sono tanti e tutte le prove sono ammesse: interesse, innamoramento, amore, sesso, conflitto, odio, eccetera: una quadrupla partita a scacchi tra il genio padrone, il genio servo, l’automa sentimentale e una macchina da sesso puro in una reggia ecotech affondata tra le rocce dove la tecnologia scandisce, anche coi guasti, la procedura delle scelte mentali e la scoperta di ciò che rende umano l’umano. Forse il peccato? Alex Garland è lo sceneggiatore di 28 giorni dopo, The Beach, Tesseract

CONDIVIDI
Marco Bacci
Marco Bacci scrive di cinema, tecnologia e libri. Ogni tanto scrive romanzi. È un ex di molti lavori