“Una batteria in valigia”: il libro che racconta la storia di Daniele Tedeschi, storico batterista di Vasco

978
0

Era una storia che meritava di essere raccontata quella di Daniele Tedeschi, dal 1984 al 1995 batterista di Vasco ed ancora oggi rimpianto, nonostante siano passati vent’anni dalla sua uscita dalla band, da molti fan storici. E bene ha fatto il giornalista Samuele Govoni ad incontrare Tedeschi per dare vita a Una batteria in valigia, il libro che racconta la sua storia artistica e personale.

Si parte dalla Bologna degli anni cinquanta, si passa per i primi gruppi giovanili, si transita per i Supercircus di Andrea Mingardi, e si arriva a Miguel Bosè, l’artista spagnolo insieme al quale Tedeschi ha girato il mondo dal 1980 al 1986, ritrovandosi anche a suonare al Madison Square Garden di New York e nella Plaza de Toros de Las Ventas di Madrid.

Il cuore del libro è ovviamente dedicato alla collaborazione con Vasco: un rapporto che inizia nel 1984 e prosegue fino al 1995. Nel mezzo, il divorzio dalla Steve Rogers Band ed il tour del 1989, quando Tedeschi è l’unico musicista, insieme ad Andrea Innesto, a restare con Vasco, contribuendo alla formazione della nuova band ed ai successi dei concerti di Milano e Roma del 1990. Nel 1995 le due serate di Rock sotto l’assedio sono le sue ultime esibizioni con Vasco: l’anno dopo, alla vigilia del tour di Nessun pericolo per te, arriva il divorzio, traumatico e doloroso, ad interrompere la collaborazione.

Non smette di fare musica nei vent’anni successivi, lavora fra gli altri anche con Massimo Ranieri, e resta nel cuore di moltissimi fan: lo striscione “Basta con gli americani rivogliamo Tedeschi” comparso in diversi stadi italiani è la conferma di un rapporto con il pubblico del Blasco che non si è mai spezzato.

Una batteria in valigia racconta tutto questo e molto altro: edito da La Carmelina, può essere acquistato al prezzo di € 9,90 nei principali store digitali come Ibs e Amazon, oppure alla casa editrice inviando una mail all’indirizzo commerciale@edizionilacarmelina.it. Così facendo si risparmieranno anche le spese di spedizione.

Dai primi colpi sulla batteria dell’oratorio, ai bagni di folla; dai concerti nei dancing emiliani alla festa di compleanno di Jack Lemmon a Hollywood, dai tour provinciali ai grandi stadi italiani. Attraverso aneddoti, racconti, curiosità, perplessità, dubbi e domande ancora senza risposta, il libro ricostruisce lo straordinario percorso di Daniele Tedeschi: un uomo che ha dedicato la sua vita alla musica, vivendo sempre in bilico tra grancassa e rullante.

CONDIVIDI
Marco Pagliettini
Nato a Lavagna (GE) il 26 luglio 1970, nel giorno in cui si sposano Albano e Romina, dopo un diploma in ragioneria ed una laurea in economia e commercio, inizio una brillante (si fa per dire) carriera come assistente amministrativo nelle segreterie scolastiche della provincia di Genova e, contemporaneamente, divorato dalla passione del giornalismo, porto avanti una lunga collaborazione con l’emittente chiavarese Radio Aldebaran e il quotidiano genovese Corriere Mercantile. Dal 2008 curo il blog Atuttovasco.