Mission: Impossible – Rogue Nation
di Christopher McQuarrie.
con Tom Cruise, Jeremy Renner, Simon Pegg, Rebecca Ferguson, Ving Rhames.
Voto 7+

Una delle cose che hanno imparato a Mission Impossible  per rubare spettatori a James Bond è di mettere nei guai i ragazzi della IMF come se i guasti del mondo fossero colpa loro. Adesso è la CIA che accusa Ethan Hunt e i suoi di essersi inventati il nemico (il Sindacato) per farsi belli. Invece il Sindacato esiste ed è guidato da uno cattivissimo che praticamente riutilizza agenti dati per morti. Spiegarvi come Hunt farà fuori il Sindacato sarebbe una cattiveria: anche perché dovete gustarvi la trama scritta (e diretta) da Christopher McQuarrie, il signore che ha inventato I soliti sospetti e Keyser Soze. Le azioni iperboliche che Hunt compie non hanno niente di veramente nuovo (con l’avvento del computer si è davvero fatto tutto) ma lo sceneggiatore (qui anche regista) ha optato per una regia efficace (nè esagitata né languida, ma fluida e sempre in trazione: almeno quaranta minuti di puro spettacolo senza esagerare ma senza perdere mai ritmo) e per una scrittura intermedia: le battute ci sono, le spacconate ci sono, ma nessuno è troppo spiritoso da uccidere la serietà o troppo serio da uccidere l’ironia. E poi sono rispettati pesi e misure: Tom Cruise corre, Simon Pegg fa il buffone, ma Cruise non corre troppo e Pegg fa anche altro. C’è la consueta scena d’apertura per agganciare (l’avete vista tutti nei trailer) ma c’è anche un’interessante rivisitazione della discesa nel cuore del computer che caratterizzò il primo film (quello di De Palma) in versione umida. Non diciamo di più. Occhio al montaggio e al senso della misura. Per il resto è una quinta volta, e quindi le sorprese si attutiscono, le mamme imbiancano, gli attori invecchiano…La domanda da farsi è: il futuro del cinema derivato dai serial è di tornare ai serial? Tutti lavori più seri sembrano dirigersi lì…

CONDIVIDI
Marco Bacci
Marco Bacci scrive di cinema, tecnologia e libri. Ogni tanto scrive romanzi. È un ex di molti lavori