Venezia 2015. I film in concorso

60
0
Behemoth

Frammenti di Venezia in concorso. Laurie Anderson che in Heart of a Dog riflette sulla perdita a partire dalla morte di Lou Reed, il meccanico dentista di Desdé allà di Lorenzo Vigas  che ferma ragazzi alla fermata del bus e spia la vita di un altro , El Clan di Pablo Trapero sulla famiglia argentina dei Puccio, Marco Bellocchio che spazia tra passato e presente sulla storia parallela di una passione proibitissima in Sangue del mio sangue, il processo che cambia una vita in L’Hermine di Christian Vincent, Amos Gitai che racconta  l’attentato al premier laburista d’Israele in Rabin, the Last Day, Jerzy Skolimowski che in 11 minuti  insegue in un thriller gli 11 minuti di vita dei suoi personaggi. E ancora:  Remember di Atom Egoyan che torna al post olocausto, Tom Hooper (il regista di Il discorso del re) che racconta il transgender storico di The Danish Girl da un ritratto vestito da donna alla chirurgia, Charlie Kaufmam e Duke Johnson  che in Anomalisa seguono il cambio di vita del motivatore che cambia le vite degli altri.  La professionista che non vuole guardare nel suo matrimonio con un camorrista in Per amor vostro di Giuseppe Gaudino, il netturbino informatore del turco Frenzy di Emin Elper, la donna stonata che diventò una soprano famosa in Marguerite di Xavier Giannoli, i genitori e il detective che cercano una figlia scomparsa (e se stessi) in Looking for Grace di Sue Brooks, la distopia di uguaglianza genetica in Equals di Drake Doremus. E ancora: un ragazzo in una guerra civile africana, Beasts of no Nations di Cary Fugunaga, la vacanza della rockstar fatta deflagare dall’arrivo del produttore ed ex amore in A Bigger Splash di Luca Guadagnino, il carcerato che torna in famiglia di The Endless River di Oliver Hermanus, la madre e una fidanzata che attendono su un’isola  il ritorno di Giuseppe in L’attesa di Piero Messina, Aleksandr Sokurov  che in Francofonia  stavolta si muove nel museo del Louvre per raccontarci il rapporto tra l’arte e il potere e infine, Behemoth di Zhao Liang e Beixi Moshuo: la vita in Mongolia come girone dantesco. Documentario.

 

CONDIVIDI
Marco Bacci
Marco Bacci scrive di cinema, tecnologia e libri. Ogni tanto scrive romanzi. È un ex di molti lavori