Che cosa si prova?

1086
1
Foto: Jarno Iotti

Che cos’è Campovolo? È un aeroporto a Reggio Emilia, con un nome anche un po’ così, nemmeno quel granchè. E invece…

Invece Campovolo è un luogo mitico, un luogo dell’anima, è il posto in cui ho suonato il mio primo concerto con Luciano Ligabue nel lontano 2005.

Campovolo è dove gli U2 nel lontanissimo 1997 tennero uno dei loro concerti più famosi, durante il Pop-Mart Tour. E c’ero anche li.

Campovolo è un brand. Campovolo è una pietra di paragone. Non c’è una persona, anche tra quelle che magari non ti immagineresti, che non mi abbia chiesto una volta “che cosa si prova a suonare a Campovolo, di fronte a tutta quella gente?”.

E non c’è domanda alla quale abbia saputo dare meno risposte. Provo a farlo una volta per tutte qui. Cosa si prova? Non lo so. E se lo so, perché qualcosa infondo so, non lo riesco a spiegare. Ma forse la domanda sarebbe meglio porla in termini più specifici. Mi spiego. Ogni volta è una storia a sé. Mi dovreste chiedere…. Cos’hai provato a Campovolo nel 2005? Oppure, cos’hai provato a San Siro nel 2010? Oppure cos’hai provato all’Arena di Verona nella seconda data del tour del 2013? Oppure…. Cos’hai provato a casa di Rocco a Gavassa (questa è per i miei fan più duri e puri, lo so…)?

Ogni volta cambia.

E questa volta…. Come sarà? Ancora una volta non lo so. So soltanto che domenica scorsa sono salito sul palco per le prime prove generali ed ero molto emozionato. Mi tremavano le mani. Cosa che devo candidamente ammettere ormai non mi succede mai. E invece è successo.

Cosa è successo? Non credo di essere mai stato così completo, preparato e maturo musicalmente come in questo momento. So quello che voglio e in parte ormai anche come ottenerlo.

Ma mi tremavano le gambe.

Perché con la maturità c’è anche più consapevolezza di ciò che sta per accadere.

E mi sento di dire che, alla fine, questo Campovolo può essere il migliore di tutti. Ho sentito le prove della Banda con Luciano mentre eseguivano tutto Buon Compleanno Elvis e fidatevi… fa venire la pelle d’oca.

Che cos’è Campovolo?

Uno spartiacque. C’è sempre stato un prima e un dopo ogni Campovolo fino a qui. Ci sarà anche stavolta.

Ma non pensiamo a ciò che verrà dopo, adesso. Adesso pensiamo solo a Campovolo!

Ci vediamo tutti lì!

E buon divertimento!

Nico

 

ps.: la foto che mi ritrae mentre smanetto il mio amato Marshall è di Jarno Iotti. Sempre presente quando conta!

CONDIVIDI
Niccolò Bossini
Chitarrista e cantautore, nato a Reggio Emilia nel 1978. La sua carriera inizia nel 1996 entrando a far parte del gruppo hard-core Raw Power. Con loro per quattro anni incide un album (Reptile House) e gira Europa e Stati Uniti in tour. Dal 2005 entra a far parte della band di Luciano Ligabue con il quale registra tre dischi (Nome e cognome, Arrivederci mostro!, Mondovisione). Dal 2012 intraprende una carriera solista che annovera due album in studio (QBNB e #SecondoLavoro).
  • Rosario Guerra

    Il buon Rocco ringrazia 😉