“Pieno di vita” nelle radio da venerdì, mentre Jova gira il video negli USA

84
0

Quasi tutti sicuramente lo saprete già: Lorenzo in questi giorni è volato in California per girare il video di Pieno di vita, nuovo singolo estratto da Lorenzo 2015 cc, in rotazione radiofonica da venerdì prossimo. Sempre venerdì, inoltre, su JovaTv andrà in onda il making of della canzone.
Il video vedrà la regia della coppia Antonio Usbergo e Niccolò Celaia, in arte Younuts, che già avevano lavorato con Jova per la clip di Sabato e per il film 2184, proiettato sui maxi schermi degli stadi, quest’estate, in attesa dell’inizio di ciascun concerto.
Riguardo a questa canzone, è curioso notare come un pezzo così amato da Lorenzo, tanto da essere stato per un certo periodo tra i titoli papabili per il nuovo album, non sia stato inserito nella scaletta della tournée negli stadi. Comunque, a breve Jova & band inizieranno un nuovo viaggio europeo e, chissà, magari anche Pieno di vita potrebbe farne da colonna sonora.
11999095_10153656061824322_7279940706416228775_nEcco il post pubblicato su Facebook da Lorenzo, per annunciare l’uscita del nuovo singolo e le riprese del video:
«Siamo venuti a girare il video di Pieno di vita in un posto che avesse dentro l’idea di frontiera. Cambia il mondo e lei, la frontiera, si sposta, ma rimane al centro della scena di ogni epoca. E’ sempre lì, sulla frontiera che si giocano le emozioni forti e gli slanci vitali.
Per Pieno di vita sono tornato a lavorare con Antonio Usbergo e Niccolò Celaia, la coppia di romani che forma Younuts. Insieme abbiamo fatto il video di Sabato e il film 2184 che stava all’inizio del concerto negli stadi. Un terzo colpo ci sta perfetto. Siamo venuti a girare nel sud della California, quasi in Messico, che è una frontiera reale e simbolica, storica ma ancora viva e “infuocata”. All’inizio del lavoro avevamo valutato l’idea di ambientarlo lungo una frontiera più attuale, che ci tocca più da vicino a noi che viviamo nel mediterraneo , quella che è tutti i giorni sui nostri giornali e addosso a noi (ci siamo dentro) e non ci fa dormire mettendoci di fronte a domande difficili quanto necessarie. Abbiamo fatto un po’ di pensieri e abbiamo deciso di no e di ambientare il video sulla frontiera del nostro immaginario visivo più classico e cinematografico. Si prestava di più per una serie di ragioni che vanno da quelle stilistiche allo scrupolo di non voler mischiare entertainment e attualità in questo caso, in quel sottile ricatto allo spettatore che a volte è necessario ma che per questo video non ci prendeva bene . Vogliamo fare un video pop diretto da Younuts e penso che verrà un bel lavoro, ancora due giorni di riprese poi si monta e dovrebbe essere pronto per fine settembre. Intanto da venerdì il pezzo andrà alle radio sperando che lo passino e che vi piaccia, è il nuovo singolo dall’album nuovo ed è una canzone che io amo molto. Mi ricordo bene quando è nata, un pomeriggio di un anno e mezzo fa che stavo provando una nuova chitarra in studio e la canzone è venuta fuori tutta insieme, l’ho appuntata al volo registrandola col cellulare e l’ho mandata via sms alla mia amata e ai soliti due o tre amici (che sono i primi a sentire le cose) aggiungendoci: «Mi sa che questo è un bel pezzo, è qualcosa che non avevo mai scritto prima, è qualcosa di nuovo, che dite?».
Per un certo periodo Pieno di vita è rimasto scritto sulla lavagna dello studio anche come possibile titolo dell’album, poi ho cambiato idea perché, non lo so perché, anzi lo so ma questa è un’altra storia.

p.s.
Venerdì su JovaTv andrà il making of della canzone, della serie La nascita di…».

CONDIVIDI
Laura Berlinghieri
Nata a Venezia, ma vivo a Milano. Classe '93. Diploma al liceo scientifico-linguistico, ultimo anno di Giurisprudenza all'Università di Padova e un Erasmus in Spagna. Tanti interessi: dalla scrittura alla musica, dai viaggi alla politica. Musicista per diletto e aspirante giornalista. Prime collaborazioni con Max/Gazzetta dello Sport, Radio Base di Mestre, Young.it e NonSoloCinema.com. Giornalista pubblicista, da cinque anni inviata alla Mostra del Cinema di Venezia.