Reversal. La vendetta grida vendetta

Vittima si vendica di carnefice con carneficina lunga un film

14
0

Reversal – La fuga è solo l’inizio
di José Manuel Cravioto
con Richard Tyson, Amy Okuda, Tina Ivlev, Bianca Malinowski, Stephanie Charles.
Voto 5/6

Una prigioniera tenuta alla catena come un animale ferito e sporco ha la meglio sul suo aguzzino: lo pesta, si libera e lo incatena. E questo, che negli altri film è di solito il sottofinale, qui è solo l’inizio: il mostro ha molte prigioniere in giro nella notte. Lei lo tiene sotto controllo, lo minaccia e lo tortura perché le mostri le tane. Lei libererà le altre. Lui l’avverte che sarà un viaggio nell’orrore. Lo sarà. Come dice il titolo originale, Bound to Vengeance, Legata alla vendatta. Costretta.  Il meccanismo è il rovesciamento, la vittima che si vendica.
La vittima che si vendica oltre ogni ragionevole limite di salvezza, che scivola a ogni gradino di autogiustizia verso il disastro poteva essere un curioso meccanismo. La vittima che diventa una nemesi è quasi comprensibile. Al terzo salvataggio siamo nella psicopatia, al quarto è chiaro che il film tira verso il sottogenere ossessivo, ripetitivo come i livelli di un videogame, con lievi concessioni di trama ad antefatti (ironici?)in cui si predica la necessità per le ragazze di non dare confidenza agli sconosciuti al luna park, soprattutto se dicono di essere innamorati.  Andare avanti dipende dalla pazienza e resistenza dello spettatore alla mano pesante del regista. Cravioto in questo è molto messicano e molto all’interno di un cinema che viaggia solo per accumulo di già visto per tirar fuori il nuovo: potrebbe andare avanti nel macabro ad libitum, senza altri sostegni. Il problema, anche se il regista, al suo secondo film, accenna nelle interviste a Seven, inizia come in Saw e snoda il tutto come un film coreano senza coreani e senza ironia,  è il nuovo che non arriva.

YouTube / notoriousitalia – via Iframely

CONDIVIDI
Marco Bacci
Marco Bacci scrive di cinema, tecnologia e libri. Ogni tanto scrive romanzi. È un ex di molti lavori