Ciao e keep rocking!

179
0

Ciao a tutti, sono Antonio “Rigo” Righetti, bassista e songwriter ma, most of all, grande music lover.
La musica, passione bruciante e totalizzante, è la mia vita.
Ascolto, vivo, suono, leggo e compongo musica.
Il solo parlarne, scriverne, laddove parrebbe essere un controsenso, mi aiuta a approfondire e approfondire riflessioni e pensieri.
Oggi è una giornata indecisa tra un sole brillante e caldo e nuvole che somigliano a vascelli fantasma degni di un film di Tim Burton, oggi si va a suonare.
Stasera sarò al Red Mosquito di Scandiano, insieme al mio compare Robby Pellati e all’armonicista supremo Franco “the place” Anderlini.
Proporremo live le mie canzoni, che presto vedranno la luce su un cd che si chiamerà The Water Hole.
Eccitato e contento, preparo le chitarre che mi servono, dacché stasera suonerò quelle, così facendo mi becco una smorfia di disgusto da parte del mio Jazz Bass bianco che stava già scodinzolando eccitato e invece non vede arrivare la vintage trouble 1 hopeful rdcustodia e, da quello strumento intelligente che è, capisce che stasera non suonerà.
Mentre preparo la scaletta e penso a cosa mi piacerebbe raccontare stasera tra un brano e l’altro, riascolto con piacere quest’ultimo lavoro discografico dei Vintage Trouble.
Il disco si chiama 1 Hopeful Road e loro sono un gruppo californiano che porta avanti un onesto discorso fatto di basso, batteria e chitarra e una voce del leader che è a metà tra un soul singer e un rocker alla Mick Jagger.
La formula è tutto meno che rivoluzionaria ma funziona alla grande, c’è molta anima nelle canzoni del gruppo, c’è voglia di portare avanti senza ammiccamenti e pose un fare musica onesto e semplice, lineare. I pezzi sono sempre della giusta durata, dotati di grande fruibilità e scorrevolezza.
Un progetto così, purtroppo, si riesce a sviluppare solo oltre oceano, è inutile che ci facciamo venire il blues.
Questa musica ha bisogno di essere suonata live e vissuta live con la possibilità che viene offerta a questi ottimi musicisti di aprire concerti anche negli stadi per nomi come gli AC/Dc e The Who, tanto per dire.
Questo per dire che queste righe mi serviranno per sottoporvi i dischi che sto ascoltando o riascoltando.
Intanto grazie e, soprattutto…
Keep Rocking
Rigo

YouTube / VintageTroubleVEVO – via Iframely

 

CONDIVIDI
Antonio
Bassista, cantante, scrittore. Trenta anni di rock’n’roll on the road! Dai Rocking Chairs a Luciano Ligabue, tante note e tante storie di r'n'r!