X Factor 2015: Massimiliano il primo eliminato, Elio perde il primo talento

80
0

E’ stata una gran bella prima puntata quella di X Factor 2015. Poco meno di tre ore volate via, la conferma di come il talent di Sky sia uno dei programmi meglio confezionati dell’intero panorama televisivo italiano. Perché di questo si tratta, di televisione, sarebbe forse bene sempre ricordarlo.

Fra presenti ed assenti spesso a fare più rumore sono i secondi. Ed allora è inutile far finta che la mancanza di Morgan non pesi. Il leader dei Bluvertigo è sempre stato il giudice di punta del programma, farne a meno non è facile. Senza Morgan però il tavolo della giuria sembra più allegro e divertito. E chissà che alla lunga non si riveli anche più divertente.

Sensazione della prima puntata: quest’anno i concorrenti sono bravi, decisamente meglio rispetto alle ultime due edizioni. E la novità delle band è quanto di più azzeccato si potesse pensare. Un nome da tenere sott’occhio? Quello di Margherita, che sotto la guida di Skin può fare davvero grandi cose. La sorpresa della puntata è stata però Eleonora, a sua volta nel gruppo di Skin: nel percorso per arrivare ai live aveva colpito ma non convinto con interpretazioni decisamente sopra le righe di Lady Gaga e Vasco. Ieri invece è stata molto più misurata nel cimentarsi con Dedicato di Loredana Bertè. Promossa.

E promossi a pieni voti anche i Duran Duran, ospiti d’onore della prima puntata. Incredibile come riescano nello stesso tempo ad essere contemporanei senza tradire loro stessi.

Al ballottaggio sono arrivati Eva (il nome d’arte non inganni, è un ragazzo) e Massimiliano: il primo aveva proposto Per me è importante dei Tiromancino, il secondo Terra mia di Pino Daniele. E’ uscito Massimiliano, bocciato da tre giudici su quattro. Non era il meno talentuoso della compagnia, ma era poco in linea con il programma. Elio ha rischiato a sceglierlo ed ha perso la scommessa.

Restano in undici in caccia della loro fetta di gloria.

CONDIVIDI
Marco Pagliettini
Nato a Lavagna (GE) il 26 luglio 1970, nel giorno in cui si sposano Albano e Romina, dopo un diploma in ragioneria ed una laurea in economia e commercio, inizio una brillante (si fa per dire) carriera come assistente amministrativo nelle segreterie scolastiche della provincia di Genova e, contemporaneamente, divorato dalla passione del giornalismo, porto avanti una lunga collaborazione con l’emittente chiavarese Radio Aldebaran e il quotidiano genovese Corriere Mercantile. Dal 2008 curo il blog Atuttovasco.