Dark Places. Tutti in una notte

Quanta gente quella notte era venuta a sterminare la famiglia Day?

15
0

Dark Places – Nei luoghi oscuri
di Gilles Paquet-Brenner
con Charlize Theron, Nicholas Hoult, Christina Hendricks, Chloë Grace Moretz, Tye Sheridan.
Voto 6+

Una notte qualcuno sterminò la famiglia Day. Sopravvissero il fratello Ben e la sorella Libby, sonnambula. Libby disse che era stato Ben, che frequentava satanisti. Ventotto anni dopo stanno per buttare gli incartamenti del processo a Ben e un gruppo di nerd chericostruisce crimini contatta Libby, che vive (male) vendendo la sua memoria di quella tragedia. Libby ripercorre con la mente (e spostandosi in un’indagine) le fasi che portarono al massacro. Un padre che aveva abbandonato la fattoria e indebitato con scommettitori, uno scommettitore  satanista, il fratello che entra nella setta, una ragazza che aspettava un figlio dal fratello, la banca che stava per espropriare la fattoria. Tutti questi elementi convergono nella notte del massacro. Vero? Falso? Anche Dark Places viene da un romanzo della Gyllian Flynn di L’amore bugiardo. E capire bene cosa è vero e cosa è inventato sarà arduo, un po’ perché sia la Flynn che il regista giocano sui percorsi tortuosi della memoria e della menzogna, un po’ perché l’andirivieni tra il presente e il passato spesso è per sovrapposizioni. Aggiungete che la notte del massacro la fattoria divenne un crocevia affollato come Twin Peaks incrociato a A sangue freddo e al Silenzio degli innocenti (c’era in giro a quel tempo un serial killer che aiutava a morire gli indebitati dai crolli economici…). L’insieme può andare verso l’oscurità. Forse è il suo bello

YouTube / M2 Pictures – via Iframely

CONDIVIDI
Marco Bacci
Marco Bacci scrive di cinema, tecnologia e libri. Ogni tanto scrive romanzi. È un ex di molti lavori