Tutto può accadere a Broadway. Anche Lubitsch

Il ritorno di Peter Bogdanovich tra Woody Allen e Ernst Lubitsch

45
0

Tutto può accadere a Broadway
di Peter Bogdanovich. Con Owen Wilson, Imogen Poots, Kathryn Hahn, Will Forte, Rhys Ifans.
Voto 7 1/2

Una ragazza squillo si confessa a una giornalista. Ops, no, è un’attrice affermata. È pazza a dire che ha fatto la escort? Un po’. È questo il bello. Lo dice anche il titolo originale: She’s Funny That Way, “lei è buffa così”. È anche cinefila e legge il suo passaggio dalla prostituzione al grande schermo come una commedia della Hollywood dei tempi d’oro, di quelle con una sceneggiatura insieme cinica e favolosa. Anche la sceneggiatura di questo film di Bogdanovich suona insieme cinica e favolosa, dannatamente ben scritta, quasi un Woody Allen con più caffeina e senza Allen in scena, con meno battute risolutive e qualche snodo che ricorda davvero i classici. Tiene insieme con armonia crescente (e gran senso della pochade) la escort, il produttore filantropo che con donazioni cambia la vita alle escort (a cui spesso ricorre), un attore seduttore, una prim’attrice e moglie giustamente sospettosa del gran cornificatore, una terapista che più nevrotica non si può, il suo fidanzato farfallone, un giudice infoiato e un investigatore che ha investigato troppo. Script matrimoniale di Bogdanovich concepito a quattro mani con l’ex moglie Louise Stratten, che all’inizio doveva intitolarsi come la battuta chiave che gira per tutto il film “Squirrels to the Nuts”, spiegata da Charles Boyer a  Jennifer Jones in Tra le mie braccia di Ernst Lubitsch (ma con questo titolo rischiava di sembrare un film per bambini…). Produttori esecutivi Wes Anderson e Noah Baumbach (forse il meglio della commedia sofisticata oggi). Una delizia che riporta Bogdanovich  (L’ultimo spettacolo, Ma papà ti manda sola, Paper Moon, Saint Jack) dal piedistallo del venerato maestro al palco dell’autore vivente. La battuta sugli scoiattoli era sulla differenza tra il “dare noccioline agli scoiattoli o dare scoiattoli alle noccioline”. In italiano ai tempi era diventato “dare rape ai conigli o conigli alle rape”.

YouTube / 01Distribution – via Iframely

CONDIVIDI
Marco Bacci
Marco Bacci scrive di cinema, tecnologia e libri. Ogni tanto scrive romanzi. È un ex di molti lavori