Bruce per i reduci e contro il razzismo

54
0

Dopo essersi esibito ieri sera (10 novembre) per i reduci di guerra nell’appuntamento annuale Stand Up For Heroes tenutosi al Madison Square Garden di New York, Bruce tornerà a far sentire la sua voce per una nobile causa il prossimo 18 novembre, a Los Angeles, dove parteciperà a Shininig A Light: A Concert For Progress on Race in America, evento benefico organizzato dalla A&E Networks e da IHeartMedia per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla piaga del razzismo negli USA che dopo gli ultimi – e sempre più frequenti – episodi di violenza e di intolleranza è più infetta che mai.

La situazione razziale al momento – ha detto il produttore esecutivo della A&E Ken Ehrlichè davvero critica: i musicisti e i cantanti oggi sono molto sensibili e attenti a ciò che succede, proprio come gli esponenti del movimento dei diritti civili che hanno fatto la storia. ‘Shining a Light’ darà voce alle loro preoccupazioni, al loro impegno, alle loro speranze e alle loro idee per trovare una soluzione agli eventi allarmanti che accadono ogni giorno intorno a noi. Come azienda di comunicazione a livello globale, abbiamo il privilegio di essere invitati quotidianamente nelle case di milioni di Americani e siamo fermamente convinti che sia nostro dovere utilizzare questa immensa piattaforma per fare informazione e intrattenere il pubblico”.

Rich Bressler, direttore operativo e commerciale della IHeart, ha aggiunto: “Siamo lieti di giocare un ruolo così importante al fianco di artisti così famosi e così impegnati nel sostenere un evento così grande a beneficio delle nostre comunità sparse in tutta l’America“.

Il concerto sarà registrato allo Shrine Auditorium di Los Angeles mercoledì prossimo e verrà trasmesso su tutte le piattaforme della A&E (in 135 paesi diversi) e di IHeartMedia il 21 novembre. Tutto l’incasso sarà devoluto al Fund for Progress on Race in America, che a sua volta girerà il denaro a tutte quelle associazioni e organizzazioni che operano a favore dell’uguaglianza e combattono ogni tipo di discriminazione.

Accanto a Springsteen si esibiranno Jamie Foxx, Pharrell Williams, la Zac Brown Band, Sting, Sia, John Legend, Ed Sheeran, Pink, Miguel, Eric Church,Rhiannon Giddens, Tori Kelly  e Jill Scott.

Tornando all’esibizione di ieri sera, Bruce ha suonato quattro pezzi: “For You”, “Darlington County”, “Working On The Highway” e “Dancing In The Dark”, un mini set durante il quale il Boss si è lasciato andare anche a una breve digressione comica, subito ripresa e rilanciata su Youtube.

YouTube / FretsmanRFS – via Iframely

CONDIVIDI
Patrizia De Rossi
Patrizia De Rossi è nata a Roma dove vive e lavora come giornalista, autrice e conduttrice di programmi radiofonici. Laureata in Letteratura Nord-Americana con la tesi La Poesia di Bruce Springsteen, nel 2014 ha pubblicato Bruce Springsteen e le donne. She’s the one (Imprimatur Editore), un libro sulle figure femminili nelle canzoni del Boss. Ha lavorato a Rai Stereo Notte, Radio M100, Radio Città Futura, Enel Radio. Tra i libri pubblicati due su Luciano Ligabue: Certe notti sogno Elvis (Giorgio Lucas Editore, 1995) e Quante cose che non sai di me – Le 7 anime di Ligabue (Arcana, 2011). Uno (insieme a Ermanno Labianca) su Ben Harper, Arriverà una luce (Nuovi Equilibri, 2005) e uno su Gianna Nannini, Fiore di Ninfea (Arcana). Il suo ultimo libro, scritto con Mauro Alvisi, s'intitola "Autostop Generation" (Ultra Edizioni). Dal 2006 è direttore responsabile di Hitmania Magazine, periodico di musica spettacolo e culture giovanili.