Sony e WD: il tuo hard disk portatile a colori

24
0

Sony HD-P1Sony amplia la sua linea di prodotti HDD con un esclusivo modello antiurto, che permette di registrare, archiviare e trasportare fino a 1TB di dati personali – video, foto, documenti –in totale sicurezza anche nelle. situazioni più estreme. Il nuovo HD-SP1 – disponibile da novembre in royal blu- è rivestito da un solido involucro in gomma, in grado di resistere a schizzi (IPX2), polvere (IP5X) e urti ed è progettato per prevenire danneggiamenti da cadute fino a 1,2 metri di altezza. Aggiornate anche le funzionalità software e di sicurezza che garantiscono un trasferimento dei dati costante, veloce e sicuro. Il software “Backup Manager 2.0” fornisce diverse opzioni di backup, oltre a una funzionalità di backup ibrido che ne aumenta l’affidabilità. Quando il dispositivo è collegato, vengono eseguiti backup in automatico, perciò dimenticare di eseguire il backup di un nuovo progetto non sarà più un problema. Anche quando il dispositivo non è collegato, la compatibilità del software con servizi cloud come Dropbox e Google Drive consente un backup temporaneo dei file, che verranno spostati automaticamente una volta effettuata la connessione.
Tra le altre funzionalità figurano Password Protection Manager, per ottimizzare il livello di sicurezza, e Data Transfer Accelerator che, associato all’USB 3.0 ad alta velocità, permette di salvare e archiviare in modo veloce fino a 1TB di dati. Da notare che la connettività USB 3.0 è in grado di trasferire 500MB di dati in 7 secondi.
wd ultra rosa
WD lancia invece una versione limitata dell’hard disk portatile My Passport Ultra, tutto in rosa per sostenere la lotta al cancro al seno. Per ogni unità venduta, WD donerà 1,35 Euro alla Pink Ribbon Foundation, organizzazione che si occupa di sensibilizzazione e prevenzione, con sede nel Regno Unito e associazioni partner in Spagna, Italia e Germania.
Disponibile con capacità da 1 a 3 TB, My Passport Ultra consente di trasportare e proteggere i file personali in modo sempice e sicuro grazie al software SmartWare dedicato con backup automatico e protezione tramite password con crittografia a 256 bit.

CONDIVIDI
Walter De Pace
Sono nato a Milano. Negli anni 80, laureato in filosofia, ho iniziato come copywriter all’Ufficio Pubblicità  di Rizzoli Libri.  Negli anni 90 ho collaborato con l’Europeo  - novità tecnologiche - e successivamente con Brava Casa, Anna, Milleidee e Max. All’inizio del nuovo secolo, addetto stampa alla start up che ha creato RCS WEB, ho continuato  a scrivere su Max,  con contributi al mitico spin off tecnologico Max 2.0 ora da collezionisti. Collaborazione proseguita in Gazzetta dello Sport.it.  Dal 2009 al 2012 ho scritto anche sul  mensile filosofico scientifico KOS. Il mio avatar l’ha  scelto mia figlia Irene, con la quale condivido l’idolatria per Bob Dylan, ma che non sopporta la mia passione per le opere di Mozart.