I Cure tornano in Italia, tre date nel 2016. Da domani i biglietti

30
0
Foto di Andy Vella

In un momento storico delicato al punto da eliminare un cospicuo numero di concerti internazionali, arriva in mattinata la notizia di un maxi-tour che porterà i Cure in giro per l’Europa nel 2016. La band capitanata da Robert Smith ha annunciato trenta nuove date che toccheranno Spagna, Francia, Inghilterra, Germania, Polonia e Italia. Saranno tre gli appuntamenti che porteranno gli autori di Lullaby e Close to me nel Belpaese. Si parte il 29 ottobre dall’Unipol Arena di Bologna, per poi affrontare la Capitale al Palalottomatica il 30 ottobre e chiudere il trittico italiano il primo di novembre al Forum di Assago. I Cure mancavano in Italia dal luglio del 2012 con due date a Roma e Milano, mentre sono assenti dai palasport italiani addirittura dal 2008.

Con Smith, la formazione sarà composta da Simon Gallup (il basso dei Cure da Seventeen seconds), Jason Cooper (batteria), Roger O’Donnell (tastiere) e Reeves Gabrels (chitarra) per una tournée che prevede un agglomerato di trentasette anni di musica, con nuovi arrangiamenti e la presentazione di brani ancora inediti. I biglietti saranno in vendita dalle 10 di domani, 24 novembre, sul circuito TicketOne.

Parterre in piedi                                       € 65,00 + 9,75 d.p.
I° Anello numerato                                  € 75,00 + 11,25 d.p.
II° Anello numerato                                 € 65,00 + 9,75 d.p.
III° anello numerato                                € 55,00 + 8,25 d.p.
I° – II° – III° anello laterale numerato      € 45,00 + 6,75 d.p.

CONDIVIDI
Marco Fornaro
Ho 18 anni e ospiti della mia play-list sono perlopiù Bob Dylan, De Gregori, i Pink Floyd e tanti altri artisti che mi convincono di essere nato nell'anno sbagliato. Amante di (quasi) tutti i generi possibili, scrivo anche di sport. In due libri a trenta mani ho pubblicato Che Storia la Bari e La Bari siete voi, giusto per render chiara la passione per il biancorosso. Sogni nel cassetto: viver di romanzi e stappare una bottiglia di GreyGoose sui colli bolognesi con Cesare Cremonini.