Un biennio da incorniciare per i Tazenda

694
0

Dopo due anni vissuti intensamente è tempo di bilanci per i Tazenda. La più longeva band italiana di etno-rock può ritenersi più che soddisfatta del biennio che sta per lasciarsi alle spalle e guardare con fiducia ed ottimismo al futuro. Il trio sardo è reduce da una serie di successi che li ha rilanciati nell’olimpo del panorama musicale italiano. Una nuova primavera artistica segnata dall’ingresso nel gruppo di Nicola Nite, voce solista, selezionata tra le decide di candidati che avevano partecipato al contest on-line, lanciato da Gigi Camedda e Gino Marielli, sul loro sito web.

DSC07905Il nuovo componente del trio si è subito messo in luce grazie al singolo Amore nou, che ha collezionato circa 100.000 visualizzazione su Youtube, in poco più di due mesi. Numeri importanti, raggiunti anche grazie alla presenza nel videoclip (regia di Daniele Paglia) di Caterina Murino, attrice cagliaritana che nel 2006 interpretò il prestigioso ruolo di Bond-girl nel film Casinò Royale (il ventunesimo capitolo della saga cinematografica di 007).

Il pezzo, inedito, lancia l’ultimo disco del gruppo: Il respiro Live, prodotto e distribuito da Rusty Records.

Il cd è una raccolta dei brani più belli dei Tazenda, eseguiti dal vivo nel corso del tour 2014: Madre terra, Domo mia, Spunta la luna dal monte e tanti altri. Non potevano mancare Il respiro del silenzio e Cuore e vento, canzoni scritte in collaborazione con Kekko Silvestre dei Modà.

L’attuale collaborazione con Mogol è solo l’ultima in ordine di tempo di un gruppo che in passato si è esibito al fianco di Fabrizio De Andrè, Pierangelo Bertoli ed Eros Ramazzotti. Una band che, più di ogni altra, ha saputo raccontare la propria terra, trasmetterne i valori, la cultura, la storia ed i sentimenti. La Sardegna come stella polare della loro arte, la musica il veicolo attraverso il quale fare arrivare a tutti il proprio messaggio, il pubblico, sempre più numeroso, la loro carica motivazionale.

Ad maiora

CONDIVIDI
Benito Tangredi
Sannita di nascita, romano di adozione, spoletino per amore. Maturità classica, iscritto al terzo anno di Scienze Politiche e Relazioni Internazionali all'Università degli Studi "Orientale" di Napoli. Giornalista pubblicista dal 2009. Una smodata passione per la lettura, lo sport, la musica, i viaggi e la politica ed una forte inclinazione all'associazionismo. Un'attrazione fatale per tutto ciò che è comunicazione.